Verdura: quale consumare durante una dieta

Fonte: facebook

Tutti sanno che l’alimento principale quando si vuole avere un’alimentazione corretta e iniziare una dieta è la verdura. Sazia, ha un basso apporto calorico ed è ricca di acqua e sali minerali, perfetta per chi vuole mangiare qualcosa di sostanzioso e sano senza per questo attentare alla bilancia. Ma quante e quali verdure è bene prediligere durante una dieta?

Verdura: quale consumare

fonte: facebook
fonte: facebook

La quantità ideale di verdura da consumare in un giorno è 400 grammi, ma bisogna distinguere con attenzione tra cruda e cotta. La verdura cotta infatti deve pesare circa 200-250 grammi da cruda mentre quella da consumare cruda non deve superare i 150 grammi a porzione. L’ideale sarebbe consumare una porzione di verdura cruda e una porzione di verdura cotta al giorno e possibilmente iniziare il pasto con una buona porzione di verdura cruda come l’insalata, per aumentare il senso di sazietà. Le verdure con più alto contenuto di fibre, che per questo aumentano il senso di sazietà sono:

  • Patate
    patate dolci
    zucchine
    zucche
    fagioli e legumi (fagioli soprattutto neri e lenticchie)
    broccoli
    cavolini di Bruxelles
    avocado
    asparagi.

Le verdure ricche di acqua, che mantengono idratato il corpo e aiutano a bruciare i grassi sono:

  • pomodori
    cetrioli
    zucchine
    cipolle
    zucchine gialle
    melanzane
    lattuga romana
  • Verdura: attente ai condimenti

Le verdure sono indicate in una dieta dimagrante in quanto hanno un basso apporto calorico al grammo e sono ricche di fibre, che aumentano il senso di sazietà. Attenzione però, tutti questi vantaggi possono essere neutralizzati da un condimento troppo pesante come olio fritto e burro per la verdura cotta o eccessive quantità di olio nella verdura cruda. L’ideale è condire la verdura con un cucchiaio di olio extravergine di oliva a crudo e abbondare con succo di limone e spezie.

Verdura: quanto conta la stagionalità?

E’ importante rispettare la stagionalità della verdura che viene consumata a tavola sia per contribuire alla sostenibilità dell’ambiente sia perchè i cibi freschi, non coltivati in serra, mantengono inalterate le loro proprietà nutrizionali e sono meno infestate di pesticidi chimici. Se non siete sicuri di quali siano i prodotti adatti alla stagione, chiedete consiglio al vostro fruttivendolo di fiducia che sicuramente saprà aiutarvi.

Verdura: centrifugata fa bene?

fonte: facebook
fonte: facebook

Ultimamente stanno andando di gran moda i centrifugati. Freschi, colorati, spesso abbinano frutta e verdura e questo li rende dolci e gradevoli al palato tanto da essere sostituiti con facilità alle bevande gassate. Sicuramente sono più sani e se consumati con moderazione non creano problemi all’organismo ma la verdura centrifugata tende a perdere la fibra che è fondamentale per l’equilibrio della flora intestinale. Molto meglio quindi consumare la verdura intera visto che la masticazione aumenta il senso di sazietà e lascia inalterate le proprietà nutrizionali del prodotto.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.