Style

Vendere intimo usato online, il nuovo trend per arrotondare lo stipendio 

Arriva direttamente dall’Asia la moda di vendere intimo usato online​​, ecco il ​nuovo trend per arrotondare lo stipendio​​. Da poco in voga anche in Italia, questa nuova e particolare moda non è assolutamente un’idea originale. Nata diversi anni fa in Asia, oggi la ​vendita di intimo usato on line​​ sta letteralmente spopolando sul web ed i clienti non sono affatto pochi. Anzi il numero sembra destinato ad aumentare giorno dopo giorno. Ma come funziona esattamente? Quali oggetti si posso vendere e chi sono i venditori ed i clienti di questo bizzarro business? Scopriamo insieme che cos’é questo mercato dell’intimo usato.

Vendere intimo usato online con Panty.com

Come nasce l’​idea fetish​​ di vendere ed acquistare la biancheria intima usata? In realtà questa idea non nasce, è un gusto che per alcuni può sembrare un pò particolare, ma che comunque è sempre esistito. Gli ​odori​​ da sempre giocano un ruolo importantissimo nella nostra vita, influenzandola sotto molti punti di vista e tra questi anche la sfera amorosa e sessuale. Quante volte parlando di un lui o una lei abbiamo detto che il suo odore ci fa impazzire? Ecco, questo è proprio quello che succede a chi acquista intimo usato on line. Gli odori mettono in moto degli impulsi ed ecco perché per alcuni questi oggetti diventano dei veri e propri desideri, da collezione!

In Italia la piattaforma leader della vendita on line di intimo usato è Panty.com. Sono migliaia gli utenti registrati, e tutti condividono la stessa passione per l’intimo usato. E per chi ha ideato la piattaforma o chi vende è diventato un business a tutti gli effetti. Si, perché il sito è diventato un vero e proprio punto di incontro per tutti coloro che vogliono mantenere l’anonimato, ma che comunque desiderano soddisfare il proprio olfatto…

Come funziona Panty.com

Come tutte le altre piattaforme di vendita on line dell’usato, anche per Panty.com il concetto è moto semplice. C’è un venditore che mette in vendita ed un acquirente che acquista, solo che l’oggetto dell’acquisto è biancheria intima usata. Chi decide di​ vendere il proprio intimo usato ​può mostrare il suo viso o rimanere anonima e dedicare il tempo che vuole, dipende sempre da ciò che si vuole ottenere. Molte delle donne che vendono sono studentesse, che riescono a mantenersi gli studi con la vendita della propria biancheria. Il successo del sito è in parte da ricondurre anche e soprattutto alla presenza della ​community​​, all’interno della quale le persone possono chiacchierare e scambiarsi opinioni su questo tema, considerato dai più, una sorta di tabù e poter quindi vivere serenamente il proprio desiderio olfattivo.

Ecco le testimonianze di alcune venditrici:

“Vendere oggetti viziosi a sconosciuti è molto elettrizzante e lusinghiero: trovo bello poter creare il piacere altrui attraverso un qualcosa di così intimo, e tutto ciò mi sta facendo scoprire lati di me e della mia sessualità che ancora non avevo esplorato!”

“Nella mia esperienza ho trovato clienti molto vari… Si va dal ragazzo di 20 anni all’uomo di 40/45 anni. Ognuno ha una fantasia o feticcio diverso…Spesso sono professionisti in carriera e persone che come me sopportano ogni giorno un grande carico di stress. Persone comuni che per evadere la quotidianità aprono “la valvola di sfogo” perché abbiamo tutti diritto a rilassarci liberamente. Molti hanno una famiglia che amano, e possono magari con una mia mutandina o con una chat sfogare degli impulsi che non verrebbero capiti.”

Ed ecco invece che tipo di descrizioni sono da corredo all’immagine della mutandina in vendita: “Dopo 5 giorni di festa ad Amsterdam questa brasiliana ha un profumo intenso e inebriante! Mi ha accompagnato nei club dove ho ballato per ore e nel quartiere a luci rosse, dove mi sono eccitata guardando le stupende sex workers e fantasticando a tutto ciò che succede dietro quelle tendine…” Il tutto accompagnato da immagine, taglia, tipo di mutandina, materiale e giorni in cui è stata indossata.

Cosa si deve fare per acquistare intimo usato

Chi acquista deve ovviamente registrarsi, anche in questo caso si rimane anonimi al 100%, scegliere tra le tante proposte presenti sulla piattaforma ed entrare poi in contatto diretto con la venditrice per l’acquisto. Inoltre è anche possibile fornire particolari e personalizzate richieste alla venditrice sull’intimo usato che si vuole ricevere.

La piattaforma Panty.com attraverso il suo blog aiuta chi vuole vendere a migliorare la propria attività, attraverso guide alla vendita e notizie dal mondo dall’eros e non solo.

In vendita si può trovare ogni tipo di intimo, dalle mutandine più particolari fino a quelle classiche bianche da collegiale, proprio per soddisfare ogni tipo di gusto. Il fenomeno si sta talmente tanto allargando che gli estimatori di questi oggetti, ma anche di chi li mette in vendita hanno un loro nome, si chiamano infatti​ Pantylovers. Pensate che anche il mondo della TV è stato contagiato da questa moda.

In una puntata di Orange is the new black​, in onda su Netflix, Piper, una delle protagoniste, dichiara alle amiche di prigione di voler intraprendere un nuovo ed illegale commercio, la vendita di mutandine usate. Le prigioniere non dovranno far altro che indossarle per un paio di giorni e penserà poi lei, tramite suo fratello, a venderle sui canali esterni. La puntata e come viene descritto il nuovo business di Piper aveva quel qualcosa di comico che invitava il telespettatore a sorridere e a credere che questo business fosse impossibile.

Niente di più sbagliato, come abbiamo ampiamente visto sopra con la storia della piattaforma Panty.com. Pensate che il giornale americano Indipendent, ha recentemente dichiarato, che alcune donne hanno venduto le loro mutandine usate per ben 5.000 dollari!! Se qualcuno di voi ha intenzione di iniziare un nuovo business on line, sappiate che questo settore è in forte crescita e servono solo un paio di ore al giorno di lavoro. Se pensiamo che in Giappone sono anni che esistono i distributori automatici di mutandine usate, forse il contatto diretto con la venditrice è più umano e magari potrebbero anche nascere delle nuove ed interessanti amicizie!

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.