Come sostituire la pasta in gravidanza

Valori glicemia in gravidanza primo trimestre

Durante il primo trimestre di gravidanza, i valori della glicemia possono subire importanti variazioni. Le nausee, spesso accompagnate da vomito, possono persino far dimagrire la futura mamma o esporla ad un abbassamento degli zuccheri nel sangue. Al contrario, la voglia di alimenti dolci farà risalire questi valori. Ma vediamo qual è la maniera migliore di prevenire disturbi come il diabete gestazionale, limitando il consumo di zucchero fin dall’inizio.

Valori glicemia normali nel primo trimestre

I valori, definiti normali, di glicemia nel sangue variano a seconda dell’età e delle condizioni fisiche, ma solitamente si assestano intorno ai 70-99 mg/dl a digiuno. Dopo i pasti, possono arrivare anche a 140 mg/dl. Valori inferiori possono far pensare a un’ipoglicemia, mentre troppo elevati possono essere sintomo di intolleranza al glucosio o di diabete conclamato.

Alimentazione nel primo trimestre

frutta in gravidanza

La glicemia è uno di quei valori che deve essere tenuto sotto controllo fin da subito. Il diabete gestazionale, che può essere diagnosticato però solo durante il secondo trimestre, può portare non solo a complicanze per la salute della futura mamma, ma anche a una crescita anomala del feto con conseguenti difficoltà al momento del parto. Meglio, quindi evitare sin da subito di esagerare con i dolci troppo elaborati preferendo alimenti integrali e ricchi di fibre. Semaforo verde, quindi, per la frutta ma soprattutto per la verdura, sia cruda che cotta per beneficiare di tutti i nutrienti necessari. Se soffrite di nausee, potreste essere portate a consumare snack salati quali cracker, pasta o pane: i carboidrati sono fonte di zuccheri complessi, quindi vanno consumati con moderazione o, per l’appunto, nella variante integrale.

Ginnastica e movimento in gravidanza

Durante la gravidanza, senso di stanchezza e peso della pancia negli ultimi mesi potrebbero scoraggiarvi dal fare troppo movimento. Naturalmente, la ginnastica raccomandata in gravidanza è ben diversa e ha un approccio più dolce rispetto a quella che potreste fare normalmente. Però, a meno di patologie specifiche, una moderata attività fisica non solo vi aiuterà a rimanere allenate e a mantenere attiva la circolazione, ma vi aiuterà naturalmente anche a mantenere bassi i livelli di zuccheri nel sangue. Il nuoto è un’attività che potrete fare senza problemi fino al nono mese, perché il vostro corpo in acqua sarà più leggero e i movimenti sono agevolati. Lo yoga vi aiuterà a rilassarvi, distendendo i muscoli tesi e la meditazione sarà un toccasana se avete preoccupazioni o timori legati alla gestazione. Se vi piace andare in bicicletta, durante i primi mesi potete concedervi qualche pedalata in zone tranquille o in casa con una comoda cyclette. Ma, se preferite qualcosa di meno impegnativo, anche una bella passeggiata all’aria aperta dopo il pasto è un’ottima alternativa, magari con il pretesto di fare shopping per il nascituro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*