Una Vita: puntata di mercoledì 8 febbraio

una

Una Vita anticipazioni: Abbiamo lasciato Teresa Svenuta alla festa di Cayetana per aver riconosciuto la catenina che da piccola le aveva regalato. Rosina che ha cercato di convincere il dottore a mandarla via perchè non è più sicura di operarsi ma il dottore le ha somministrato un ulteriore dose di calmante e l’ha così addormentata sequestrandola. Non solo: Lourdes sta per essere smascherata, la sua trovata del viaggio lontano non ha convinto proprio nessuno.

Rosina ha cambiato idea in merito all’operazione di chirurgia estetica. Sotto l’effetto del calmante ha delle allucinazioni in cui prima si vede bellissima ma poi si vede mostruosa e rovinata per sempre. Intanto Victor continua a soffrire molto per la lontananza della sua Marialuisa. Massimiliano entra in sartoria mentre Trini e Victor parlano e racconta a Trini che Ramon sta impazzendo e che se ne vuole andare via, che è molto preoccupato per lui.

Una Vita: il mistero dei movimenti di Lourdes

I tre si chiedono come mai Lourdes abbia comprato quel biglietto per andare tanto lontano. Nel frattempo Casilda è molto preoccupata per non aver sentito Rosina e corre ad avvisare Massimiliano e gli racconta tutta la verità: racconta che le due hanno mentito e che Rosina non è dalla sua zia come il marito credeva. Casilda vuole andare a salvare Rosina. Casilda rivela a Massimiliano che è venuta a sapere che il dottore che sta per operare Rosina è un ciarlatano e che potrebbe sfigurarla per sempre. Così Casilda Massimiliano e Martin partono per andare allo studio del dottore ciarlatano e arrivati li il dottore non vuole aprire ma loro sfondano la porta. Il dottore nel frattempo è fuggito e Rosina è sotto l’effetto dell’anestesia. Rosina infine si sveglia e Massimiliano le dichiara il suo amore e piange per la gioia di non averla persa. Intanto tra Mauro e Teresa cresce l’intimità e i due restano a parlare e a bere del brandy al commissariato.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.