stitichezza neonati

Stitichezza notturna nei neonati: rimedi e consigli

Un bambino appena nato, di norma evacua da 2 a 6 volte al giorno, cosa succede se compare invece una stitichezza notturna nei neonati? Quali sono i rimedi? Quali i consigli utili?

Tra i bisogni elementari dei più piccoli e che un genitore impara fin da subito, troviamo il pianto e le evacuazioni giornaliere. La popò infatti, grazie al suo colore, aspetto, dimensione e frequenza, fornisce un vero e proprio stato di salute del neonato. Può tuttavia capitare che si presenti la stitichezza notturna fin dai primissimi giorni di vita. Scopriamo insieme perchè e cosa fare.

LEGGI ANCHE:

Parto cesareo presenza papà: gli ospedali dove è possibile farlo

5 creme solari per neonati con miglior inci

Neonato allattato al seno

Se il bambino viene allattato al seno generalmente si verificano pochi casi di stitichezza notturna. Il neonato deve solo imparare ad evacuare, ovvero deve prendere confidenza con il naturale stimolo e quindi con la muscolatura interessata. Anche le feci del bambino allattato al seno sono diverse rispetto a quelle del bimbo alimentato con latte artificiale. Queste sono di colore giallo e leggere, perchè il latte è ricco di acqua. Proprio questa poca consistenza delle feci, permette al neonato di liberarsi delle feci più facilmente e di conseguenza evitare la stitichezza. Con il tempo il bambino imparerà a coordinare stimolo e defecazione.

Neonato allattato artificialmente

Al contrario le feci del neonato che prende il latte artificiale sono più compatte e possono avere colori diversi, come giallo o verde ed hanno decisamente un odore più forte. Questo è il motivo per cui il piccolo potrebbe avere maggiore difficoltà a fare la popò e tendere ad essere stitico.

Stitichezza neonati e rimedi

Che cosa si intende per stitichezza? Quando preoccuparsi? Quali i rimedi per combattere la stitichezza notturna nei neonati? Il bambino è stitico quando per almeno tre giorni consecutivi emette con difficoltà feci dure.

I rimedi per aiutare il neonato stitico sono semplici. Se oltre alla stitichezza il bambino ha anche delle dolorose coliche, si può fare un leggero massaggio sul pancino, premendo delicatamente all’altezza dell’ombelico. Il massaggio deve essere rotatorio ed in senso orale, così da assecondare il transito intestinale.

Altro rimedio contro la stitichezza nei neonati è spingere piano le gambine del piccolo al petto, facendo una leggerissima pressione sui piedi. Questo movimento serve a stimolare l’evacuazione.

A volte, ma è sempre bene confrontarsi con il proprio pediatra, potrebbe essere utile cambiare latte. Nella stragrande maggioranza dei casi affidarsi ad un latte più leggero, risolve il problema.

E’ vivamente sconsigliato utilizzare il fai da te con il sondino che si compra in farmacia. Prima di tutto perchè, se è davvero necessario il suo utilizzo è meglio farlo eseguire da uno specialista o comunque farsi spiegare bene come procedere. Ed in secondo luogo un utilizzo eccessivo di questo strumento, potrebbe abituare il bambino e provocare una sorta di pigrizia intestinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*