Smalto semipermanente, tutto quello che c’è da sapere

smalto semipermanente

Curare il proprio aspetto esteriore è diventato fondamentale per sentirsi bene con se stessi e con gli altri, se prima erano solo le donne ad esaltare la propria bellezza, ora i tempi sono cambiati e anche gli uomini stanno iniziando a prendersi cura del proprio corpo.

Un esempio di questo ruolo centrale svolto dall’aspetto fisico lo si può riscontrare nel numero crescente di richieste di operazioni chirurgiche più o meno invasive, a volte anche estreme, per migliore la propria bellezza.

Prendersi cura di sé è un aspetto importante ma non deve trasformarsi in un’ossessione. Valorizzare i propri pregi ed accettare i propri punti deboli è il primo passo per stare bene con se stessi e con gli altri.

La cura del proprio corpo

La cura del proprio corpo parte da una sana e corretta alimentazione, costituita in particolare di frutta, verdura, ma anche pasta e pane in quantità limitata. La dieta mediterranea sembra ottimale per poter raggiungere un ottimo stato fisico ed estetico, in quanto variando con i cibi è in grado di curare il nostro organismo sia dentro che fuori.

L’assunzione di frutta e verdura non solo incide sul benessere intestinale ma anche sulla salute e la freschezza della pelle. Non a caso questi alimenti vengono usati spesso creare delle maschere per la nostra pelle, ma anche per curare i capelli rendendoli luminosi e vivi.

Accanto ad una sana e corretta dieta c’è poi bisogno di una regolare attività fisica, così da poter mantenere sempre e comunque un fisico in forma e in salute.

L’aspetto esteriore rappresenta il nostro biglietto da visita, quindi è importante curare anche il make-up ed avere unghie e capelli sempre in ordine.

Lo smalto semipermanente

La salute delle unghie è fondamentale per una perfetta manicure per questo spesso ci affidiamo alle estetiste soprattutto per quanto riguarda l’applicazione del gel o dello smalto semipermanente.

Lo smalto semipermanente è foto indurente, più soft del gel per la ricostruzione delle unghie e più resistente dello smalto normale. Viene fissato inserendo le mani per pochi minuti sotto un’apposita lampada, può essere applicato sia sulle unghie naturali che su quelle ricostruite.

Lo smalto semipermanente ha una durata che può raggiungere anche le tre settimane, dopo le quali è consigliato un ritocco a causa dell’antiestetica ricrescita.

Per quanto riguarda i costi dell’applicazione nei centri estetici questi variano in base ai prodotti utilizzati e alla professionalità dell’estetista, altrimenti si può acquistare il Kit che si preferisce con l’apposita lampada ed applicarlo in casa, il gioco è fatto!

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.