Sarabanda: L’uomo gatto contesta l’eliminazione

sarabanda

Sarabanda continua a mietere vittime. Dopo i campioni storici, Allegria, La professora, Valentina e Tiramisù, fatti a pezzi dalle nuove promesse Luca e Zizì, è stata la volta dell’Uomo Gatto che fino ad oggi non aveva mai sbagliato un colpo e che non ha affatto preso bene l’eliminazione, scagliandosi contro Enrico Papi e contro la redazione.

Sarabanda: L’uomo Gatto contesta l’eliminazione

uomo gatto

Arrivato il duello storico tra l’Uomo Gatto e Coccinella, i due si sono assestati su un pareggio di due punti a testa che prevede che a passare il turno sia il primo a rispondere. Ed ecco l’arcano: Coccinella si prenota per una frazione di secondo e indovina le risposte ma Papi chiede l’intervento del notaio per stabilire chi in effetti si sia prenotato per primo e il verdetto va a favore di Coccinella. Tutto sembra normale, sennonché il felino, dopo qualche minuto di riflessione silenziosa, salta su e decide di fare ricordo accusando Papi e l’intera trasmissione di scorrettezza.

Sarabanda: lo sfogo dell’Uomo Gatto

Deluso dall’esito della prova, l’Uomo Gatto si è lasciato andare ad un lungo sfogo in diretta:

Faccio ricorso. Sono stato fatto fuori di proposito. Ho pigiato prima io. Ti hanno voluto favorire [a Coccinella ndr] perché volevano farmi fuori. Io sono convinto di aver premuto il pulsante prima del mio sfidante, però se la sua colonnina si è accesa per prima.

Coccinella rimane tranquillo mentre Enrico Papi, tra il serio e il faceto, cerca di calmarlo e di proseguire con il programma. Ma l’Uomo Gatto, ormai inarrestabile, continua ad accusare il programma di averlo voluto eliminare di proposito per far passare Coccinella.

Sarabanda: il pensiero dei telespettatori

In seguito a questa polemica avvenuta in diretta, il pubblico da casa si è scatenato su Twitter andando perlopiù contro il Gattone che secondo loro sarebbe stato più volte aiutato dalla redazione del programma. Altri ancora sostengono che la polemica sia stata creata a tavolino a uso e consumo dell’audience. Cos’altro succederà?

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.