Senza categoria

Nuovi accertamenti sul caso Denise Pipitone

denise-pipitone-2017

La Procura di Marsala ha riaperto le indagini sul caso Denise Pipitone, la bimba sparita da Mazara del Vallo il 1 settembre del 2004, all’età di 4 anni. Il motivo è puntare sulle nuove tecnologie per analizzare le impronte rilevate dagli investigatori in alcuni luoghi dopo la scomparsa.

Nuovi accertamenti sul caso Denise Pipitone

Denise-PipitoneSono pronti a scommettere sulle nuove tecnologie i pm che hanno inviato al Ris dei carabinieri di Messina le impronte rilevate dopo la scomparsa della piccola Denise Pipitone in vari luoghi. Grazie alle nuove e più raffinate metodologie infatti sarà possibile rilevare tracce di dna direttamente dalle impronte digitali ed è su queste che puntano la mamma di Denise Piera Maggio e l’avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta che sperano di poter trovare tracce della bambina e dare finalmente una svolta ad un’indagine che dura da oltre 15 anni.

È il primo settembre del 2004 quando a Mazara del Vallo (Trapani) Denise sparisce nel nulla mentre gioca davanti casa, in via Domenico La Bruna. E’ quasi mezzogiorno e la piccola è stata affidata alle cure della nonna materna che però si distrae per qualche minuto. Entra in casa e quando esce della bambina non c’è più traccia. Nelle prime ore il procuratore capo di Marsala è ottimista sulle possibilità di trovare la bambina viva ma con il passare delle settimane l’ansia comincia a crescere e si ipotizza un sequestro di persona basato su motivi personali da parte della vecchia famiglia del papà di Denise, per questo nel 2005 viene indagata Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise, all’epoca dei fatti 17enne, incastra dalla frase intercettata «Io a casa ci ’a purtai» ma che è stata successivamente prosciolta.

Le foto della piccola Denise Pipitone a Chi l’ha visto

Chi l’ha visto è la trasmissione che più di tutte ha dato risonanza al caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone fin dall’inizio. Recentemente, al programma di Federica Sciarelli è arrivata la fotografia di una ragazza che sembra estremamente simile alla ricostruzione di come potrebbe essere oggi Denise che oggi avrebbe quasi 17 anni e ne aveva appena 4 quando è scomparsa nel cortile della sua casa nel trapanese. La signora Maggio non ha mai perso la speranza di ritrovare la sua bambina e ogni indizio è un modo per andare avanti e continuare a credere che un giorno potrà tornare ad abbracciare Denise.

Nel frattempo i giudici della Corte di Cassazione hanno rilevato che il caso sia ancora aperto e irrisolto e per questo a 13 anni dall’apertura delle indagini queste non sono ancora state chiuse. Lo scorso aprile una sentenza ha prosciolto Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise, dall’accusa di sequestro di persona.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.