In primo piano

Nadia Toffa torna in tv: “commossa per il tanto affetto ricevuto”

nadia_toffa_intervista

Nadia Toffa è tornata in tv a 2 settimane dal malore che l’ha colta mente si trovava nella hall di un albergo di Trieste dove si era recata per lavoro. Per farlo ha scelto ovviamente la sua trasmissione, Le Iene, che ha mandato in onda un’intervista allo stesso tempo emozionante e divertente alla bionda inviata e conduttrice. Nadia è apparsa ancora segnata dall’accaduto, non solo moralmente ma anche fisicamente dato il vistoso ematoma ancora presente sulla parte destra della sua faccia. Nonostante questo il pubblico ha avuto il piacere di vedere e sentire la solita Nadia Toffa, sempre sorridente e pronta alla battuta. L’intervistata, per una volta al di là della telecamera, ha ripercorso i momenti subito prima del malore e le ultime settimane che l’hanno vista avvolta dall’affetto di tantissima gente, dai colleghi a personaggi famosi fino a tantissima gente comune. Un bel regalo di Natale per tutti i suoi fans.

Il racconto dell’improvviso malore

nadia_toffa_schermataDopo le prime rassicurazioni sul suo attuale stato di salute, Nadia Toffa ha iniziato a raccontare quello che le è accaduto nell’albergo di Trieste il giorno del malore: “quella mattina mi sentivo strana, ma del malore non ricordo nulla. Avevo prenotato il treno alle 13.02, erano le 11.30 e dico: ‘Potrei anticiparlo, quasi quasi scendo giù nella hall, pago e semmai faccio il cambio del treno per arrivare prima a Milano e iniziare subito a montare il servizio…’. Tutto normalissimo ma io mi sentivo un po’ strana. Avevo chiuso la valigia, messo il cappotto e prima di scendere ho detto: ‘Sai che quasi quasi mi sdraio un attimo?’, ma non è da me. È raro che io mi senta stanca, non ho tanti momenti in cui dico: ‘Mi rilasso’, sono fatta così: io vado a mille, corro sempre. In effetti era una cosa strana… Ho detto ‘mi sdraio’, invece non l’ho fatto. Quindi scendo, mi ricordo benissimo la hall dell’hotel. Ho chiesto di pagare e il taxi per andare in stazione. A un certo punto, sono caduta. L’ultima frase che mi ricordo era quella della ragazza della reception che mi ha detto: ‘Vuoi che ti dia una mano con le valige?’”. Dopodichè l’improvviso malore, la caduta della quale riporta ancora i segni sul volto e la corsa in ospedale.

L’affetto della gente

Durante la bella intervista, Nadia Toffa ha più volte parlato dei tantissimi attestati di affetto nei suoi confronti. Migliaia e migliaia di messaggi sui social, chiamate da amici e colleghi, intere città raccolte in preghiera per lei. Una vicinanza che Nadia non si aspettava e che l’ha riempita di orgoglio. A quanto pare dalle parole della stessa Nadia è arrivata addirittura la chiamata di Silvio Berlusconi che si è voluto sincerare delle sue condizioni. Una mobilitazione davvero popolare per la bionda Nadia, tanto che nelle ultime 2 settimane il suo nome compare al terzo posto delle ricerche mondiali su Google. Ecco le parole di Nadia in merito a tutta questa attenzione nei suoi confronti: “adesso ci rido però ci sono tante persone che si sono preoccupate e me ne rendo conto. Io prendo molto la vita con ironia, se le cose devono succedere è perché devono accadere, e ogni cosa ti insegna qualcosa, però se mi metto nei panni delle persone che si sono preoccupate per me un po’ mi commuovo. I miei genitori si sono preoccupati da morire, tutti voi…”.

Le Iene come un marito

Scherzando con l’autore dell’intervista, Nadia ha chiaramente detto di essere molto legata al suo lavoro e al programma Le Iene in particolare, tanto da definirlo addirittura come una sorta di marito molto esigente. In realtà un’abile mossa per sviare le domande sulla sua vita privata ma a vedere la passione con cui Nadia svolge il suo lavoro non risulta difficile da credere. La cosa più importante però, lavoro a parte, è vederla così allegra e sorridente, davvero un bel regalo di Natale.

IL VIDEO INTEGRALE DELL’INTERVISTA>>>

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.