Notizie e Gossip

Lory Del Santo e la tragedia che ha vissuto: “Non mi sono mai ripresa”

Lory Del Santo è da sempre sotto i riflettori per la sua inibizione e per mostrarsi com’è e per le sue scelte (discutibili o meno) in campo amoroso. Insomma, negli ultimi anni ha sempre avuto fidanzati più piccoli, i così detti toy boy, alcuni addirittura dio età vicina al figlio Devin. Ma, alcuni non sanno che la vita della show girl è stata segnata da una vera e propria tragedia.

La morte di Conor

La veronese non ha mai parlato del dramma che ha vissuto in prima persona, circa 27 anni fa. Spesso ci si è chiesto come potesse apparire sempre così frivola e sorridente, quasi come se quell’episodio non fosse capitato a lei. Domenica, però, nel corso della puntata di Domenica Live, in una lunga intervista con Barbara D’Urso, la Del Santo ha vuotato il sacco ed ha affrontato, pubblicamente, la morte del figlio Conor. Il bambino, 27 anni fa, è caduto nel vuoto da una porta finestra. Questo bimbo biondo era il frutto della relazione che la showgirl ha avuto con il cantante britannico Eric Clapton. E in questa intervista, la donna parla anche di questa relazione.

“Non sapevo fosse sposato”

L’intervista inizia proprio con un video in cui si racconta la storia tra i due, e la Del Santo fa quasi fatica a vederlo e rivela “Se piango, poi, non riesco a parlare“. Al termine, si lascia andare al racconto dell’inizio della relazione con il chitarrista: “Quando l’ho conosciuto, io non sapevo nemmeno chi fosse. Non sapevo, quindi, nemmeno che fosse sposato. Gli diedi il mio numero. Lui si è sforzato molto per conquistarmi e io ho avuto un attimo di cedimento, così è iniziata questa storia incredibile durata 5 anni. Le parole dell’ex moglie? Lui mi diceva sempre che la loro storia era finita“. Prosegue, poi, ricordando quando ha scoperto di essere incinta: “Quando gli dissi che aspettavo un bambino, fu tragico. Lui, anche se voleva un figlio decise di lasciarmi per tornare dall’ex moglie. In quel periodo eravamo a Londra e io stavo male. Solo il giorno dopo capii che ero incinta. Il nostro desiderio si stava avverando e lui rimase di sasso e mi disse ‘Io ci voglio essere’. Al sesto mese di gravidanza, lui ebbe una nuova crisi e mi disse ‘Basta, non lo voglio più. E partì.” Insomma, una storia fatta di alti e bassi, che però, ha regalato ad entrambe la gioia di diventare genitori. Ma, prima di giungere a quella felicità, Lory, ripercorre anche il momento in cui ricevette una telefonata in cui le si chiedeva di abortire: “Poco dopo mi arrivò una telefonata gravissima. Il suo manager mi chiamò e mi disse ‘Quanto vuoi per disfarti di questo bambino?’. Lui voleva risolvere questa faccenda ma io non avrei accettato nemmeno per tutta la ricchezza del mondo. Quando Eric prese il bambino in braccio disse ‘Oh, mio Dio, sono padre’. Fu un momento magico”.

“Non mi sono mai ripresa”

E poi, in un mare di lacrime, la show girl parla del piccolo Conor e del giorno della sua morte: “Non sarebbe successo se non avessi ricevuto un fax. Non c’erano finestre, c’erano delle vetrate. Io non sapevo nemmeno se si aprissero. Questa persona ne aprì una, il bambino saltava spesso perché voleva imitare le tartarughe Ninja e così saltò fuori dalla finestra. Non ebbi nemmeno il coraggio di vederlo dopo la sua morte. Non so se mi sono mai ripresa ma rido sempre. Odiare non serve a nulla”. Nelle sue dichiarazioni si percepisce un senso di colpa per non aver potuto far in modo che questa tragedia non succedesse. Il momento è stato molto intenso al punto che, anche Barbara D’Urso non è riuscita a farsi scivolare addosso l’emozione.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.