News, Salute

Il 29 ottobre ritorna l’ora solare, come prepararsi

ora-solare-1024x535

Come ogni autunno, anche quest’anno torna l’ora solare. Come prepararsi al meglio e quali possono essere le conseguenze del cambio ora sul nostro corpo?

Scopriamoli assieme…

Il 29 ottobre ritorna l’ora solare, come prepararsi

Siamo davvero vicinissimi al cambio dell’ora che porterà al passaggio da ora legale a ora solare. Ma cosa significa per il nostro corpo? Come sfrutteremo al meglio il cambio dell’orario? Anche se è una cosa che avviene tutti gli anni, il passaggio da ora legale a ora solare destabilizza sempre un po’. Eccovi un po’ di consigli utili al riguardo

Ora solare e legale: differenze

L’ora solare è quella che potremmo definire “ora naturale”, in quanto scandisce il tempo attraverso il passaggio del sole per il meridiano locale. Per tale motivo, l’ora solare è definita astronomicamente. Quando in un luogo il sole raggiunge il punto più alto della sua traiettoria in cielo, in quel luogo è mezzoggiorno. L’ora legale invece, è stata introdotta nel 1884 quando alla conferenza di Washingron si decise di spostare per sei mesi all’anno l’orario di un’ora in avanti, per armonizzare le ore tra gli stati da un lato e favorire lo sfuttamento migliore della luce del sole nelle attività lavorative.

Ora solare cos’è

Cos’è dunque l’ora solare e cosa significa il passaggio dall’ora legale a quella solare? Come abbiamo già scritto, si intende per ora solare, l’ora che scandisce astronomicamente il passare del tempo.

Ma fattivamente cosa comporta? Con l’arrivo dell’ora solare le lancette dell’orologio devono essere spostate di un’ora indietro rispetto all’orario legale.

Quando avverrà il cambio?

Come di conseto il passaggio da ora legale a ora solare avverrà nel mese di ottobre. Per evitare disguidi e contrattempi di orario a scuola o a lavoro, il cambio ora avverrà come sempre nel fine settimana.

Nello specifico, quest’anno l’arrivo dell’ora solare è previsto per la notte di Domenica 29 ottobre. Lo spostamento delle lancette di un’ora indietro avverrà alle 3,00. Ricordatevi dunque che quando il vostro orologio segnerà le 3,00 sarà il momento di modificare l’orario un’ora indietro, portandolo alle 2,00.

Cosa comporta l’ora solare

Il cambio di ora e il passaggio dall’ora legae a quella solare comporterà innanzitutto un’ora di sonno in più nella notte del cambio ora. Sul lungo periodo invece saranno altri i cambiamenti di cui si potrà beneficiare: nel corso della giornata infatti, le ore saranno distribuite in maniera diversa, comportando un cambiamento dei bioritmi da un lato, e una modifica nella distribuzione delle ore di avoro. Con l’ora solare infatti l’alba viene anticipata di un’ora, questo sigifica che il sole sorgerà prima, ma allo stesso tempo tramonterà prima, comportando quello che noi ciamiamo comunemente “l’accorciarsi delle giornate”.

Cambio dell’ora e disturbi del sonno

Vi abbiamo già anticipato che con il cambio dell’ora si va incontro a delle ripercussioni sul nostro bioritmo in generale. Sono infatti moltissimi gli italiani a lamentare l’insorgere di disturbi del sonno o l’acuirsi di disturbi già presenti, nella notte del cambio di orario. In un’indagine recentemente condotta da Philips per valutare la qualità del sonno della popolazione italiana, è emerso che ben il 48% degli italiani infatti ha dichiarato di soffrire di disturbi del sonno proprio in concomitanza del passaggio da ora legale a solare e viceversa.

Quali sono i disturbi del sonno?

Ma nello specifico quali sono i disturbi del sonno che affliggono maggiormente gli italiani nella notte del cambio dell’ora? E chi ne soffre maggiormente? In base ai dati raccolti da Philips, è proprio con il passaggio da ora legale a ora solare che si acuiscono i disturbi del sonno, cosa che invece si riscontra più raramente con il cambio da ora solare a legale. A fronte di una percentuale del 51% che lamenta problemi nel sonno con l’arrivo dell’ora legale, ben il 56% degli intervistati ha dichiarato di soffrire maggiormente con l’arrivo dell’ora solare. Per disturbi del sonno si intendono varie problematiche che vanno dalla difficoltà nell’addormentarsi, ai risvegli notturni. Chi risente maggiormente del cambio di ora poi, sono le giovani donne di età compresa tra i 25 e i 34 anni.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.