Guida alla cura dei capelli: il balsamo per capelli secchi

Come riparare i capelli secchi? Idratandoli a fondo, uno scopo per cui lo shampoo non è sufficiente. Scopri i benefici del balsamo per i capelli secchi.

Come scegliere il balsamo per capelli secchi e danneggiati

Il segreto per avere capelli belli da vedere e morbidi da toccare? Molte credono, in modo del tutto errato, che lavarli regolarmente e pettinarli senza troppo vigore siano le chiavi del successo. Niente di tutto ciò è più lontano dalla realtà. Una chioma da fare invidia è frutto di meticolosi passaggi, tempo e cure costruite ad hoc per quel tipo particolare di capello. Un esempio? Uno degli errori e degli step più sottovalutati dalla maggior parte delle donne è quello del balsamo. Sembra quasi contraddittorio: per lo shampoo si spendono minuti a leggere composizione e benefici, mentre per il balsamo si crede che un prodotto valga l’altro, perché tanto l’importante è idratare i capelli e pettinarli senza troppe difficoltà. In verità il balsamo è molto di più di un semplice idratante e districante, scopriamolo assieme.

I benefici del balsamo

I capelli secchi sono più fragili del normale: sono più esposti a rotture e doppie punte. La chioma è quindi disordinata, indisciplinata, di brutto aspetto, quasi stopposa. Usare regolarmente il balsamo per capelli secchi serve a risolvere simili problemi perché questo prodotto non idrata soltanto le lunghezze e le punte dei capelli, ma normalizza l’attività delle ghiandole sebacee, neutralizza l’effetto dei radicali liberi e, infine, ricostruisce, rassoda e chiude le squame di cheratina.

Lo shampoo tende infatti a essere un agente un po’ aggressivo per i capelli. L’azione di pulizia svolta dal prodotto rende i capelli più fragili in quanto lo shampoo, per spazzare via smog, sporcizia e cellule morte, aggredisce la superficie del capello, aprendo le squame di cheratina e lasciando degli “spazi vuoti” tra una squama e l’altra. Il balsamo serve quindi a chiudere quegli spazi o, nel caso fosse impossibile richiuderli, a riempirli con degli elementi supplementari. Il risultato? Capelli più lisci, brillanti e fluidi.

Il balsamo per i capelli secchi

Per ottenere tutti i benefici e i vantaggi del balsamo, occorre però scegliere quello più adatto al tipo di capelli e non significa necessariamente scegliere shampoo e balsamo della stessa linea. Se lo shampoo va scelto per curare il cuoio capelluto, il balsamo deve invece essere pensato per riparare ai problemi che si presentano sulle lunghezze. Ciò significa che si può avere un problema di capelli grassi in prossimità delle radici, ma avere comunque le doppie punte e i capelli secchi sulle lunghezze. In questo caso si può acquistare uno shampoo studiato per un cuoio capelluto grasso e applicare invece sulle punte un balsamo idratante.

Rimedi per i capelli secchi, come applicare il balsamo

Il problema della differenza tra cuoio capelluto e punte è dovuto all’impossibilità del sebo del cuoio capelluto di raggiungere l’estremità dei capelli. Per questa ragione, il balsamo va applicato solo sulle punte e va lasciato in posa per un tempo pari a quello prescritto sulla confezione (solitamente si va dai tre ai cinque minuti, allungare i tempi è solo controproducente). Il prodotto deve essere messo dopo aver fatto lo shampoo e poi va sciacquato via delicatamente con movimenti che vanno dalla radice alle punte, così da facilitare anche la pettinatura della chioma. Piccolo consiglio pre-chiusura, chi ha i capelli troppo grassi può anche applicare il balsamo prima dello shampoo, così da non appesantirli troppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*