Grande Fratello, fuga degli sponsor: quanto costa al programma?

0B336E68-1D77-4CF4-A14D-3AE0D6B4030D

L’attuale edizione del Grande Fratello è molto contestata. Dopo i primi forti litigi tra i concorrenti, sono state criticate innanzitutto le scelte della produzione per aver inserito nella Casa persone che spesso sembrano un concentrato di eccentricità- ed è legittimo- e soprattutto di intemperanze caratteriali- fatto ben più grave quando si è ripresi dalle telecamere per tante ore al giorno. Il Moige e il Codacons hanno assunto una posizione molto dura verso il programma, chiedendo a Mediaset di sospenderlo. Anche chi lavora nel mondo televisivo, in cui una certa dose di trash è fisiologica, non vede di buon occhio il GF 15. Selvaggia Lucarelli ad esempio, presa di mira da Luigi Favoloso- squalificato- ha ironizzato sulla prontezza dei provvedimenti disciplinari scelti dalla produzione. L’opinionista inoltre ha ricordato che anche gli sponsor hanno preso le distanze dal reality show per il comportamento dei suoi concorrenti.

Grande Fratello, sponsor in fuga

Durante la finale di Ballando con le stelle, Selvaggia Lucarelli ha indossato una maglietta con stampata la scritta “Comunque con me gli sponsor restano“. Una stoccata a Barbara D’Urso e alla produzione del Grande Fratello. La fuga degli sponsor infatti, essenziali in un programma di una televisione commerciale, ha attirato l’attenzione della stampa nazionale. Da aziende che si occupano di cosmesi all’acqua minerale, passando per prodotti di cucina, molti brand si sono dissociati dal comportamento di alcuni concorrenti. Le note pubblicate, anche sui social network, spiegano che non sponsorizzeranno ulteriormente il programma perché le aziende non possono essere associate a episodi di bullismo e violenza verbale. I comunicati hanno tutti alcuni elementi comuni tra loro: i vari marchi si “dissociano da atti e comportamenti registrati nell’ultima edizione del Grande Fratello e (alcuni, ndr) comunicano di interrompere ogni attività di sponsorizzazione”. Altri invece chiedono interventi della produzione come condizione per continuare la collaborazione. In totale, undici sponsor hanno abbandonato totalmente la trasmissione e cinque si sono dissociati.

Aziende in fuga, quanto costa?

Cristiano Malgioglio, opinionista del reality show insieme a Barbara D’Urso, ha reagito con ironia una volta scoppiato il caso. Malgioglio ha scritto su Instagram: “Ho Letto di tutto questa settimana, ma proprio di tutto, su questo Grande Fratello. (…) Stasera occuperò la mia solita postazione e scruterò attentamente, come ho già fatto nelle precedenti puntate, tutto quello che accadrà. Peccato che durante il programma non possa bere l’acqua minerale dello sponsor del reality, che è ottima… Me ne farò una ragione…” La produzione invece avrà meno voglia di scherzare probabilmente. Nonostante gli alti ascolti, la fuga degli sponsor ha un costo economico, quantificato dal sito web Dagospia. Dagospia riferisce che il costo complessivo dei mancati introiti sarebbe una cifra compresa tra i due e i tre milioni di euro; oltre alle critiche delle associazioni in difesa dei consumatori, anche un danno finanziario. Mediaset non ha mai forniti numeri ufficiali, quindi è bene ricordare che ci muoviamo nel campo delle ipotesi.

Un complotto?

Striscia la Notizia ha invece difeso il programma. Il tg satirico infatti ha notato come tanti sponsor, scappati dal reality, abbiano offerto i propri prodotti ad altri programmi ‘trash’ senza battere ciglio: “(…) sembra una trappola ordita ai danni di Barbara D’Urso”.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.