Mamme

Gli amici non si presentano alla sua festa di compleanno: ecco cosa fa sua madre

Gli amici non si presentano alla sua festa di compleanno ecco cosa fa sua madre

Quando sei un bambino, non c’è evento più importante del tuo compleanno. È il giorno in cui sei al centro dell’attenzione, o almeno è così che dovrebbe essere. Quando ero piccola, la mia famiglia non aveva molti soldi, ma mia madre ha fatto sempre tutto il possibile per rendere super speciale il giorno del mio compleanno.
Mi faceva delle torte enormi, inventava dei giochi da fare con i miei amici e, anche se non poteva permettersi di comprarmi i videogiochi, riusciva sempre a comprarmi qualche regalino per dimostrarmi il suo affetto.
Alcuni bambini, però, vogliono solo festeggiare il loro compleanno con i loro amici, ed è questo che rende questa storia strappalacrime.
Kristen Layne ci è rimasta malissimo per suo figlio Mahlon quando nessuno dei suoi invitati si è presentato alla festa per il suo nono compleanno.
Prima di tutto, ha scritto un post sul suo blog (Life on Peanut Layne), dicendo quanto fosse a pezzi per il fatto che nessun compagno di scuola o di Taekwondo si era preoccupato di venire. Anche se suo figlio era un bravo bambino.

1
“[Mahlon è] brillante, sensibile, premuroso [e] naturalmente è divertente, piace a tutti ed è una persona sempre ottimista… la classica persona che si toglierebbe la maglia di dosso per darla a un estraneo o che regalerebbe i suoi giocattoli a un altro bambino solo per vederlo sorridere.”
Mahlon aveva studiato a casa per la maggior parte della sua vita e aveva invitato i suoi amici durante il primo anno di scuola pubblica.
Questa sarebbe dovuta essere la sua “prima vera festa di compleanno con i suoi amici”, dice sua madre.

2
La festa, a tema Diario di una schiappa – che è la sua serie di libri preferiti – si è tenuta comunque.
“Aveva invitato molti compagni di scuola e un amico di taekwondo, e aveva cominciato a fare il conto alla rovescia su quanti gironi, ore e minuti mancassero al suo compleanno.
Il giorno del suo compleanno si è alzato all’alba. Ha appeso i festoni, ha gonfiato i palloncini, ha pulito la sua camera, si è lavato, si è vestito, ha preparato la tavola e poi si è messo a preparare i sacchettini per i suoi amici.
Mancavano solo tre ore all’arrivo dei suoi amici. È il giorno più felice della mia vita, mamma. Non vedo l’ora che i miei amici siano qui!” racconta Kristen.

3
Ma col passare del tempo, Kristen ha cominciato a capire che non sarebbe venuto nessuno. Suo figlio, invece, continuava a insistere che i suoi cinque amici sarebbero arrivati.
“Avevo chiesto ai genitori di confermare la presenza, ma nessuno lo ha fatto. Siccome siamo nuovi in città (e la scuola è iniziata da poco), non avevo neanche i loro numeri di telefono.”
Mahlon andava su e giù per la via per vedere se i suoi amici stavano arrivando, ma non è mai venuto nessuno.

4
“Papà non è venuto nessuno. Mi sa che non piaccio molto a scuola.” Ha detto Mahlon dopo che nessuno si era presentato alla festa.”
Dopo aver capito che non sarebbe venuto nessuno, Mahlon ha cominciato a piangere, come se la giornata non potesse che peggiorare.
“Non posso descrivere a parole quanto mi abbia fatto male questa situazione… veder piangere mio figlio col cuore spezzato in una casa decorata per una festa, seduto a un tavolo vuoto.”
Per cercare di rimediare, Kristen e la sua famiglia hanno portato Mahlon al bowling.

5
Kristen ha sottolineato anche che era troppo dispiaciuta per suo figlio per arrabbiarsi con i genitori degli altri bambini, ma ha consigliato agli altri di assicurarsi sempre che gli invitati confermassero l’invito prima di programmare una festa.
“Probabilmente Mahlon non dimenticherà mai il suo nono compleanno. Lo ricorderà sempre come l’anno in cui nessuno si è presentato alla sua festa.
E questo, da genitore, mi fa molto male. Questa spiacevole situazione si sarebbe potuta evitare se mi avessero detto via telefono, sms, mail o in qualunque modo che non sarebbero venuti.
Adesso so che dovrò sempre fare attenzione che gli invitati confermino la loro presenza.”

6
Da quando la mamma di Mahlon ha postato la sua storia, la persone hanno iniziato a mandargli regali e bigliettini d’auguri.

7
“La nostra famiglia desidera ringraziare infinitamente ognuno di voi per le bellissime parole, il supporto, gli auguri, i bigliettini e i regali di compleanno.”

8
“Sono molto colpita dal fatto che la gente condivida con noi le sue esperienze, simili alla nostra. Mahlon si sente un po’ più rassicurato.”

9
Dopo il suo triste compleanno, Mahlon ha detto di voler fondare un’associazione che si preoccupi che nessun bambino resti mai solo il giorno del suo compleanno.
A me sembra un’ottima idea.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.