Federica Panicucci e le scuse a Francesco Vecchi: “Sono umana, ero nervosa”

Lo scandalo dei fuori onda stanati da Striscia la Notizia continua. Stavolta a finire nei guai è stata Federica Panicucci che, a causa di qualche minuto di ritardo nella diretta del collega Francesco Vecchi, si è scagliata con violenza contro di lui minacciandolo di licenziamento. Nell’ultima diretta di Mattino Cinque si è scusata con il pubblico e con Vecchi che ha accettato di metterci una pietra sopra.

Federica Panicucci e le scuse a Francesco Vecchi: “Sono umana, ero nervosa”

federica-panicucci-chiede-scusa-a-francesco-vecchi-620x264

La vicenda, ricostruita da Striscia la Notizia, è iniziata con un’insofferenza di Federica Panicucci nei confronti del collega Francesco Vecchi, accusato di non rispettare le tempistiche della diretta e di aver continuato a intervistare l’ospite nonostante dalla regia gli fosse stato fatto più volte cenno di chiudere e lasciare lo spazio a Federica. Fuori onda sono state trasmesse le seguenti parole della bionda conduttrice:

No a me non me ne frega un caz** però oggi eh. Non me ne frega un caz**. Eh non me ne frega un caz**. Guarda, io te lo dico Daniè, questo è un cretino. Se tu gli dici che deve chiudere, deve chiudere. A me non me ne frega un caz**. Cioè cosa faccio? Rientro, do la pubblicità, rientro, do la pubblicità? No, fammi capire. Cosa faccio? E che caz**, dai su. Ma dai, ma non esiste. Chiudi dai, chiudi, chiudi.

Quando Vecchi si è finalmente congedato, scusandosi per aver rubato qualche minuto in più, la Panicucci a ribattutto spietatamente:

Quando a settembre sarai a casa tua poi ti dispiacerà un po’ di più, vedrai. Testa di caz**, io i miei minuti li voglio recuperare. Non mi rompessero il caz**”.

Accusata duramente sul web per i suoi toni, nell’ultima diretta Federica Panicucci si è scusata con il collega, presente in studio:

Sicuramente avrai visto quello che è successo ieri. Chiedo scusa a te e al pubblico. Sono umana e queste sono cose che possono capitare. Ero molto nervosa, ed è una cosa che può succedere a tutti noi. Ti prego di accettare le mie scuse, si trattava solamente di una questione di lavoro. Però promettimi che non ti prenderai più neanche un minuto di troppo.

Queste scuse sono state accettate da Vecchi che ha dichiarato chiusa la questione ma sul web l’indignazione è proseguita per quelle che sono state definite scuse false e di circostanza. In particolare, Selvaggia Lucarelli si è espressa con durezza sulla questione:

Queste non sono scuse. Sono il classico metodo dei passivi-aggressivi per ribadire le loro ragioni simulando un atteggiamento remissivo. E se scuse erano, cara Panicucci, dammi retta: facevano schifo.
Caso chiuso.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.