Casa

Elenco marche condizionatori cinesi: classifica e recensioni

marche condizionatori cinesi

Per eliminare o affievolire la calura estiva, soprattutto quando le temperature estive raggiungono livelli record, può essere utile installare in casa un aiutino, ecco un elenco marche condizionatori cinesi: classifica e recensioni.

Questo elettrodomestico è utilissimo non solo per contrastare il caldo estivo, ma anche nel caso in cui ci siano persone anziane, per chi lavora o per chi è soggetto a colpi di calore. Anche perché oggi la maggior parte dei condizionatori sono climatizzatori, ovvero si possono utilizzare durante l’inverno come fonti di calore.

LEGGI ANCHE:

Elenco marche di stufe a pellet: la classifica

Elenco marche di frigoriferi: classifica e recensioni

Cosa sono i BTU?

Inutile dire che sul mercato sono tantissime le marche di condizionatori cinesi, ognuno con le proprie caratteristiche e con i propri prezzi. Ecco perché prima di mettere mano al portafoglio e procedere con l’acquisto, meglio avere qualche informazione in più, così da poter acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze personali.

Il primo aspetto da conoscere sono i BTU. Cosa sono i BTU? E’ l’acronimo di British Thermal Unit ed indicano l’energia consumata dal condizionatore, sia per raffreddare che per riscaldare l’ambiente. Quindi maggiore sarà il numero di BTU e maggiore sarà l’ambiente che quel modello riuscirà a raffreddare e riscaldare. Quindi primo elemento da valutare prima di acquistare un condizionatore cinese è sapere quanti metri quadrati sono da scaldare o raffreddare.

Ecco quale calcolo fare. Per calcolare i metri quadri di una stanza basta moltiplicare la lunghezza per la larghezza, esempio se una stanza è lunga 5 metri e larga 4 metri, i metri quadri saranno 20. Per ogni metro quadro occorrono 300 BTU. Se si moltiplicano i metri quadri per 300 BTU, si ottengono i BTU necessari per quell’ambiente.

Oltre ai BTU servono anche altre variabili come la posizione geografica, le caratteristiche delle pareti, l’esposizione al sole o il numero di persone che abitano l’ambiente.

Cos’è l’INVERTER?

Altro termine di cui abbiamo sentito parlare spesso è INVERTER. Ma sappiamo esattamente di cosa si tratta o qual’è la sua funzione? L’inverter è un tipo di tecnologia che consente di ottimizzare i consumi. Grazie al suo utilizzo è possibile dosare la potenza erogata dal condizionatore, in base alla temperatura dell’ambiente. Con l’INVERTER si risparmia, soprattutto se l’apparecchio deve stare acceso per molto tempo.

Questa tecnologia non è solitamente presente nei climatizzatori più economici. Questi lavorano sempre al massimo per arrivare alla temperatura desiderata. Questo tipo di caratteristica va valutata in maniera attenta.

Quanti sono i modelli di condizionatore?

modelli di condizionatori

I modelli di condizionatori sono tre, ed ognuno ha le proprie caratteristiche e peculiarità:

  1. fisso con unità esterna;
  2. fisso senza unità esterna;
  3. portatile.

Il modello fisso con unità esterna è il condizionatore più silenzioso, grazie al fatto che il motore è collocato all’esterno dell’abitazione. Fino a poco tempo fa, questo modello era quello che andava per la maggiore, oggi si preferiscono quelli fissi senza unità esterna.

Il modello di condizionatore fisso senza unità esterna è praticamente uguale al primo, ma invece dell’ingombrante ed antiestetica unità che si vede fuori, ci sono due fori con griglie che permettono lo scambio termico. E’ piuttosto rumoroso e non ha la stessa resa di quello con unità esterna.

Infine abbiamo il modello di condizionatore portatile, che come dice la parola stessa, non necessita di installazione, basta attaccare la spina alla corrente. E’ comodo poichè si sposta da un ambiente all’altro ed è più economico, come acquisto, rispetto agli altri due. Tuttavia ha una resa notevolmente inferiore.

Elenco marche condizionatori cinesi

Hisense

marca hisense condizionatoriTra i migliori condizionatori troviamo proprio un condizionatore di marca cinese Hisense, modello NEW ECO EASY 12000 TE35YD01. Il condizionatore è molto avanzato da un punto di vista tecnologico ed ha molte funzioni di serie interessanti, come il Super Cooling che permette di abbassare la temperatura in pochissimo tempo. Gli accessori come ad esempi i cavi devono essere acquistati a parte. Rumorosità pari a 56 dB, poca usura del motore e quindi maggiore risparmio energetico. Classe di efficienza in raffreddamento A++. Questo climatizzatore della Hisense ha la pompa di calore, la funzione deumidificazione, la ventilazione ed il timer.

Daikin

marche condizionatori cinesi

Anni di esperienza in campo climatizzatori per l’azienda cinese Daikin, come questo modello RXB35C+FTXB35C, con classe energetica A+ ed un consumo annuo di 191 kWh. Utilizzare questo modello è molto semplice, ma non è ad esempio possibile collegarlo allo smartphone per poterlo gestire in remoto. L’azienda offre poi modelli più avanzati ed evoluti, come il Daikin FTXG25LW, che tra le varie funzionalità ha anche uno speciale sensore che avverte la presenza o meno di persone in stanza e reimposta la temperatura, consentendo così un notevole risparmio energetico.

Mitsubishi

marche condizionatori cinesi

Il marchio Mitsubishi è in realtà giapponese, ma è comunque, anche se erroneamente annoverato tra i marchi di condizionatori cinesi. Il marchio si pone in una fascia medio alta e tra i modelli più apprezzati troviamo l’ Inverter MSZ-HJ35VA. E’ un condizionatore con pompa di calore, inverter e con classe energetica A+. Rumore praticamente inesistente, ideale anche per l’installazione nelle camere da letto.

FUJITSU

condizionatori cinesi recensioni

Altra azienda giapponese con sede a Tokyo che produce condizionatori è la Fujitsu. Da sempre questa azienda riesce a mettere sul prodotto modelli con un ottimo rapporto qualità prezzo. In fatto di tecnologia, la Fujitsu riesce ad equiparare, per alcuni addetti ai lavori, anche superare, il leader di riferimento Daikin. Il Mini Vrf è certamente una delle soluzioni che riescono ad adattarsi sia alle abitazione che ai piccoli uffici, grazie ai bassi consumi ed alle ottime prestazioni. Molti i modelli proposti, classici, con inverter o conn le pompe di calore.

Infine un’ultima precisazione, condizionatori e climatizzatori non sono la stessa cosa. Il condizionatore raffredda solamente, mentre il climatizzatore svolge la doppia funzione di rinfrescare e scaldare. Ogni apparecchio elettrico deve avere una propria classe energetica, che per legge deve essere esposta per la consultazione. Le classi vanno dalla A alla G, dove le prime lettere dell’alfabeto corrispondono a efficienze maggiori.

Prima di installare un condizionatore in casa, è assolutamente consigliato far eseguire il lavoro da un installatore qualificato e con esperienza, per evitare di mettere in casa un modello non adatto, installato non a norma di legge o che non garantisca la corretta assistenza.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.