Mamme

Cosa accade lì sotto dopo il parto? Tutta la verità

Cosa accade lì sotto dopo il parto Tutta la verità

Tutto ciò che hai sempre volute sapere sulla tua vagina, ma che non hai mai avuto il coraggio di chiedere.

Ok, non sono discorsi che generalmente si fanno al bar (beh, a meno che tu non sia una di quelle mamme che ha raccontato a tutti della sua lacerazione di terzo grado prima ancora di aver ordinato il cappuccino), ma generalmente dell’andamento delle tue parti intime dopo aver avuto un bambino non se ne parla. È per questo che vogliamo che tu legga le seguenti informazioni.
La tua vagina è incredibile (eh sì, è proprio vero!)

“La vagina è un organo estremamente elastico, tant’è che può espandersi fino a 10 cm di diametro quando partorisci, per poi ritornare com’era prima”, dice il dottor Roger Marwood, portavoce del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists e fondatore di doctoranddaughter.co.uk. “Però è circondata da tutta una serie di muscoli che vanno a formare il pavimento pelvico, che risentono sia della gravidanza che del parto stesso.”

Il grado in cui ne risentono dipende da diversi fattori, tra cui le dimensioni del tuo bambino, quanto tempo hai dovuto spingere, se hanno dovuto usare il forcipe, ma anche dai tuoi geni. Fare degli esercizi per il pavimento pelvico può aiutare a rafforzare questi muscoli e, di conseguenza, anche la vagina.

I punti

Circa il 50% delle volte, alle neomamme vengono messi dei punti di sutura dopo il parto. Ma non preoccuparti, non fa così male come sembra. “Se non hai fatto l’epidurale, ti faranno l’anestesia locale, dopodiché l’ostetrica cucirà la lacerazione o taglio episiotomico”, spiega il dottor Marwood. “Il filo è morbido e si riassorbe, così non dovrai farti rimuovere i punti. In alcuna casi, però, potresti avvertire un fastidio, e la zona sarà gonfia e dolorante, ma questo potrebbe succedere anche se non ti hanno messo i punti. Ad ogni modo, dopo il parto ti verrà dato un antidolorifico.”

“Fare degli esercizi per il pavimento pelvico può aiutare a rafforzare la vagina”

Se trovi difficile fare pipì dopo il parto a causa dei punti, puoi provare a versare dell’acqua calda sulla vulva o a fare pipì mentre fai il bagno, perché questo diluisce l’acido dell’urina.

L’incontinenza

“Poco più del 40% delle donne soffre di incontinenza dopo aver avuto un bambino”, dice il dottor Marwood. “Spesso si tratta di piccole perdite quando ridi, tossici o starnutisci, problema che può scomparire a poche settimane dal parto, per cui non c’è niente di cui preoccuparsi.”

Ancora una volta, fare gli esercizi per il pavimento pelvico è la chiave per prevenire l’incontinenza. “Immagina di contrarre e poi rilassare i muscoli della vagina, come se dovessi trattenere e poi rilasciare la pipì”, continua il dottor Marwood. “E prova a fare in modo che questo esercizio entri a far parte della tua routine quotidiana, proprio come quando ti fai la doccia o ti trucchi. Puoi farlo in qualsiasi momento, che tu stia allattando o che sia ferma al semaforo rosso.”

Il prolasso

A volte, la pressione derivante dalle spinte e dal parto può causare un prolasso. Questo significa che uno o più organi del pavimento pelvico (come l’utero, la vescica o il retto) possono prolassare all’interno della vagina. “Non è molto comune – accade a circa il 10% delle donne – e probabilmente noterai una differenza”, dice il dottor Marwood. “Puoi sentire un peso e sentire o addirittura vedere un rigonfiamento nella vagina. Se il prolasso spinge sulla vescica, potresti aver bisogno di andare in bagno più spesso.”

“La buona notizia è che col tempo il prolasso può migliorare”

La buona notizia è che il prolasso può migliorare col tempo e, a seconda della serietà della situazione, può non aver bisogno di un trattamento specifico. “Se ancora non ti sei ripresa dopo sei settimane, parla col tuo medico di base, che ti consiglierà un fisioterapista pelvico che può aiutarti a rafforzare i muscoli. Se sei sovrappeso, potrebbe consigliarti di perdere del peso per recuperare più in fretta”, dice il dottor Marwood.

La verità sul sesso dopo il parto

Quando devi sopravvivere con appena quattro ore di sonno a notte, la prospettiva di fare qualcosa di diverso dal ronfare quando ti metti a letto la sera può sembrare totalmente aliena. Comunque, se e quando sei pronta per il sesso, è bene tenere a mente che probabilmente sarà un po’ diverso.

“Una volta che è nato tuo figlio, i livelli di estrogeno diminuiscono in modo che il corpo possa cominciare a produrre il latte”, spiega il dottor Marwood. “Questo può causare secchezza vaginale e un livello minore di libido. La cosa interessante è che la tua vita sessuale ritornerà come prima non a seconda della modalità del parto, ma in base all’allattamento. Più allatti, più basso sarà il livello degli estrogeni e, di conseguenza, la tua libido. Quindi, se per il tuo bambino allattare è sicuramente una cosa positiva, questo può riversarsi negativamente sulla tua vita sessuale.”

“Solo perché le tue amiche mamme “a quanto pare” sono tornate alle cinque volte a settimana, non significa che debba farlo anche tu.”

Parla col tuo partner e digli di fare piano la prima volta che fate sesso dopo il parto e di usare un lubrificante, perché potesti soffrire di secchezza vaginale. Ma, soprattutto, non correre.
Solo perché hai avuto il via libera dal medico e le tue amiche mamme “a quanto pare” sono tornate alle cinque volte a settimana, non significa che debba farlo anche tu.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.