Senza categoria

Come vincere la timidezza

Sto entrando in una stanza piena di gente.
L’imbrazzo cresce, ho difficoltà a parlare.
Il cuore batte più forte solo se considero l’evenzienza di chiedere un’informazione a uno dei presenti. Volevo avvicinare un collega ma ero troppo debole per farlo, un’ansia acuta mi ha fermato;

Vi siete riconosciuti? Qualcuno la chiama timidezza ma in casi più estremi si può parlare di ansia sociale. Niente paura! Non è nulla di irrisolvibile. Indipendentemente dal vostro carattere, potete essere introversi o estroversi, la sensazione di timidezza fa visita a tutti durante le tappe della vita.

La timidezza è un sintomo che spesso indica l’essere a disagio con se stessi, soprattutto in relazione con altre persone. Per vincere la timidezza possiamo affrontarne le cause, esse possono essere individuate in tre componenti:
Eccessiva attenzione su di sè. Siete troppo concentrati su voi stessi.
Bassa autostima. Siete troppo critici nei vostri confronti.
Eccessiva preoccupazione di sè. Siete troppo concentrati sui vostri difetti.

La timidezza è dettata da un’immagine di sè debole. Per vincere la timidezza non bisognerà fare altro che rafforzare l’autostima.

In un contesto sociale, in mezzo a tanta gente, il timido mette in discussione ogni sua mossa e focalizza l’attenzione su ciò che stava facendo male. Il timido si dimentica di guardarsi intorno! E’ talmente autocentrato da non notare nulla, solo sè stesso e i suoi difetti. Il timido si lascia sopraffare dalle etichette e in casi drammatici vive la sua timidezza come uno status irreversibile ma non lo è!!! Vediamo qualche strategia per vincere la timidezza.

Come vincere la timidezza, consigli
-Prendete consapevolezza, il mondo non vi sta fissando! Siete solo voi a essere troppo autocentrati.
-In un contesto che scaturisce la vostra timidezza, cercate di osservare l’ambiente che vi circonda distogliendo l’attenzione su di voi.
-Soffermatevi sui difetti del prossimo… certamente a cena ci sarà chi poggia erroneamente i gomiti sul tavolo, chi si macchia o semplicemente chi usa un tono di voce troppo stridulo!
-Rilassatevi, le altre persone non pensano di voi ciò che voi pensate di voi stessi; (un gioco di parole infelice ma rende l’idea!)
-Utilizzate un approccio più razionale verso voi stessi: trovate i vostri punti di forza e valorizzateli!
-Non accusatevi: se continuate a dirvi “sono incapace”, “sono timido”, ci saranno sempre più prove a sostenere la vostra tesi. In ugual modo, se invertite questo processo di pensiero, potete raccogliere nuovi frutti. “Posso farcela”, “Posso parlare in pubblico”, “Io credo nelle mie capacità…”.
-Non escludete la possibilità di chiedere aiuto a un esperto.

Infine, per vincere la timidezza bisogna esorcizzare la paura del rifiuto altrui. Non potete mica piacere a tutti…!

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.