Senza categoria

Come snellire l’interno coscia

Non è possibile snellire una sola parte del corpo. Quando si perde peso, è il nostro metabolismo a scegliere quale adiposità attaccare, tuttavia è possibile modellare e rassodare alcune parti del corpo mediente l’esercizio fisico abbinato a un’alimentazione corretta.

L’interno coscia è un topic che attira l’attenzione del pubblico femmine e, al contrario di ciò che si crede, l’interno coscia è una zona facile da lavorare. I muscoli dell’interno coscia lavorano moltissimo come stabilizzatori negli esercizi multiarticolari, pertanto si rassodano autonomamente, chi vuole sviluppare i muscoli adduttori può effettuare esercizi specifici.

Se nella regione dell’interno coscia vi è un accumulo di grasso, meglio evitare esercizi con un forte carico. Per eliminare l’accumulo di grasso bisognerà puntare al dimagrimento anche se, in generale, con una dieta ipocalorica, la prima adiposità a diminuire è quella viscerale; la regione gluteo-femorale è quella metabolicamente meno attiva, incrementa la sua attività durante la gravidanza e l’allattamento.

Adductor Machine e palestra
Se frequentate una palestra, provate con cautela l’Adductor Machine. E’ bene puntare a un’estensione elevata delle cosce ma meglio fare attenzione al carico, troppo peso rischia di irrobustire ulteriormente l’interno coscia e peggiorare la situazione. Oltre l’Adductor Machine, esistono numerosi esercizi a corpo libero, atti a rassodare l’interno coscia e i suoi muscoli adduttori.

Spinte su palla svizzera
Sdraiati al solo, bisognerà appoggiare il piede e il polpaccio sulla palla svizzera, quindi fare pressione sulla palla e restare in contrazione per vari secondi; dopo aver compresso la palla bisognerà tornare alla posizione di partenza. Questo esercizio va eseguito in serie da 20-25 unità. Con questo esercizio lavorerà sia l’interno che l’esterno cosce. Un altro esercizio utile con la palla svizzera è quello mostrato in figura.

Squat
Per lavorare sull’interno coscia, molto utile è lo squat. Bisognerà avere le gambe semi-divaricate, con ampiezza leggermente superiore a quella delle spalle. Tenere la schiena rigorosamente dritta. Scendete fino a che le gambe non siano parallele al suolo formando un angolo di circa 80°. Quando scendete, le ginocchia devono mantenere la loro asse, senza oscillare, le ginocchia non devono superare la punta delle scarpe così come i talloni dovranno essere ben fermi al pavimento. Anche gli affondi possono valorizzare l’interno coscia.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.