Come smettere di allattare

Smettere di allattare un bimbo al seno non è semplice soprattutto se in precedenza hai abituato il piccolo a consolarsi con il seno per calmarlo. Non puoi smettere di colpo soltanto perché ti senti pronta a interrompere l’allattamento. Smettere di allattare è un’operazione molto delicata che va fatta gradualmente rispettando i tempi del piccolo.

Come smettere di allattare, i primi tentativi
Per prima cosa potresti iniziare eliminando le poppate inutili cioè quelle che il bambino ti chiede giusto per coccolarsi. Altra cosa fondamentale è anticipare la richiesta del piccolo proponendo un’alternativa che può essere una passeggiata, un gioco, insomma qualcosa che possa distrarlo. Se il bambino non ne vuole sapere proprio significa che non è ancora pronto. Quindi aspetta almeno una settimana per riprovare. Appena il bambino incomincia ad accettare l’alternativa ci sono buone possibilità che il bambino possa essere svezzato.

Come smettere di allattare di notte
Quando deciderai di incominciare a svezzare il bambino lascia la poppata della mattina per ultimo in quanto il latte è più nutriente.
L’eliminazione del seno notturno è la parte più difficile, soprattutto se il piccolo è abituato a dormire facendo del tuo seno il suo ciuccio personale.
Le prime sere dovrai portarlo a letto un pò più tardi quando il bambino è visibilmente stanco.
Prepara un pò di latte tiepido da portare con te in camera. Crea una luce soffusa e sussurragli una ninnananna. Appena il bambino è nella fase del dormiveglia proponigli il biberon avvicinando la tettarella alle sue labbra, vicinissimo al seno. Istintivamente aprirà la bocca e a quel punto introduci lentamente la tettarella. Se si accorge che non è il seno tenderà a rifiutarlo ma non demordere, cullalo un pochino e poi riprova. Ci vorrà molta pazienza sappilo, devi soltanto predisporti al fatto che il bambino potrebbe non abituarsi velocemente.

Come smettere di allattare, il biberon
Per il buon esito dello svezzamento dovrai scegliere il biberon giusto. Tra tutti quelli presenti sul mercato il più adatto al contesto è il biberon che riproduce fedelmente la forma del seno. È importante non solo da un punto di vista visivo ma anche a livello di sensazioni per il piccolo, in quanto ripete esattamente il movimento naturale che il capezzolo compie sotto la spinta della suzione.
Assicurati che il latte nel biberon sia leggermente tiepido non caldo in quanto il latte materno è a temperatura ambiente.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.