Senza categoria

Come organizzare un trasloco

Devi traslocare? Allora saprai che organizzare un trasloco è una fonte di stress! Per affrontare il trasloco in maniera serena, ecco qualche suggerimento per arrivare al giorno fatidico avendo preso tutte le precauzioni del caso.

Come organizzare un trasloco, l’occorrente
Prima di accingerti nell’imballaggio dovrai organizzarti per bene procurandoti preventivamente alcuni materiali:

  • un discreto numero di scatole di cartone di varie dimensioni: a tal proposito un’idea potrebbe essere quella di chiedere al proprio negoziante di fiducia di conservare gli scatoloni di cartoni usati per contenere le merci
  • qualche rotolo di scotch da imballaggio, per chiudere le scatole una volta riempite
  • alcuni pennarelli a punta grossa da usare per scrivere sulle scatole chiuse il loro contenuto
  • qualche foglio di pluriball per gli oggetti particolarmente fragili
  • qualche giornale vecchio
  • una scatola o una borsa contenente piccola attrezzatura come cacciavite, martello, viti, guanti.

Come organizzare un trasloco, le regole
Al momento dell’imballaggio è opportuno iniziare dalla stanza meno utilizzata per non stravolgere da subito le abitudini familiari. Per agevolare la sistemazione degli oggetti nella nuova casa conviene riempire le scatole rispettando l’originaria collocazione degli oggetti.
Gli oggetti più pesanti vanno messi sotto e quelli più leggeri sopra, avendo cura di scrivere sulla scatola “non capovolgere” e cercando di non superare i 20 kg per scatolone altrimenti risulterà difficile riuscire a sollevarlo.
Una volta chiuse le scatole bisognerà scrivere il loro contenuto su di un lato. Tutti gli oggetti fragili come i piatti, bicchieri vanno avvolti con la pluriball per preservarli dagli urti, avendo cura di riempire eventuali cavità con fogli di carta di giornale appallottolati e avendo cura di non lasciare mai spazi vuoti: è possibile evitare questo usando carta di giornale o buste di plastica per riempire tali spazi così da attutire inevitabili colpi durante il trasporto. non dimenticare di scrivere sullo scatolo “fragile” e “non capovolgere”.

Come organizzare un trasloco, i bambini
Se nel trasloco sono coinvolti i bambini è necessario scongiurare qualche piccolo trauma per il piccolo coinvolgendolo nella scelta della nuova casa e nella disposizione dell’arredamento: lo aiuterà ad ambientarsi e a sentirsi di nuovo “a casa”. Per il trasloco aspetta la fine dell’anno scolastico, se possibile: a settembre l’inserimento sembrerà più naturale anche ai nuovi compagni di scuola.

Evita feste d’addio prima di organizzare il trasloco, trasmettono tristezza e senso di finito.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.