Senza categoria

Come misurare la temperatura basale

Il rilievo della temperatura basale serve per individuare il momento dell’ovulazione. Se vuoi misurare la tua temperatura basale dovrai procurarti un termometro specifico per la TB: quello per la febbre non è idoneo. Ecco alcuni suggerimenti utili su come misurare la temperatura basale nella maniera giusta.

Come misurare la temperatura basale, controindicazioni
Il rilievo della temperatura basale non è indicato in donne che hanno un ciclo mestruale irregolare, in donne che per lavoro fanno turni notturni, in donne che soffrono di insonnia, di ansia, stress, in donne che hanno squilibri ormonali.

Come misurare la temperatura basale, indicazioni utili

  • Prendere la temperatura prima di alzarsi dal letto al mattino sempre alla stessa ora : qualsiasi attività può falsare la propria TB
  • In caso di termometro di mercurio, scaricarlo la notte precedente
  • Tenere il termometro facilmente accessibile dal letto per evitare di cercarlo
  • Utilizzare lo stesso termometro per tutto il ciclo se possibile: tenere comunque uno di ricambio nel caso si rompa
  • Le temperature possono essere prese oralmente, vaginale o rettale: devono però essere prese nello stesso posto per tutto il ciclo
  • Registrare la propria temperatura basale subito dopo averla presa
  • Prendere la temperatura prima di fare qualsiasi altra cosa compreso mangiare, bere, fumare o andare al bagno

Come misurare la temperatura basale, la procedura

  • La temperatura basale viene misurata dal quinto giorno, dall’inizio del ciclo: si misura la temperatura ogni giorno, fino all’inizio di un nuovo ciclo
  • I valori di temperatura devono essere rilevati considerando anche il decimo di grado (es. 37,5) e vanno riportati su di una tabella: le temperature sull’asse verticale e i giorni del mese sull’asse orizzontale
  • La temperatura dovrà essere annotata giorno per giorno in corrispondenza del giorno in cui è stata presa
  • L’andamento della temperatura è in una prima fase del ciclo stabile bassa (36,5) poi discende per un giorno ( 36,3) per risalire infine anche oltre alla media della prima parte del ciclo (36,8): l’abbassamento e il successivo rialzo corrisponde all’ovulazione

Dopo un po’ di pratica (dopo 2-3 cicli) si può riuscire a capire quando avverrà l’ovulazione

Informazioni utili: la temperatura rimane costante fino a qualche giorno prima delle prossime mestruazioni in cui ridiscende. Se non ridiscende anzi si innalza, significa che si è in gravidanza.

Come misurare la temperatura basale, consigli utili
È consigliabile prendere la temperatura basale esclusivamente per via rettale: la via orale è poco precisa, la via vaginale invece aumenta notevolmente dopo i rapporti, risente dei momenti di eccitazione e risente anche delle infiammazioni e delle complicanze di qualsiasi natura a livello vaginale.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.