Senza categoria

Come lucidare l’argento

Con il tempo l’argento tende a ossidare, rovinando la brillantezza naturale del metallo pregiato. Se l’argento non viene periodicamente trattato forma facilmente quella patina scura che ne offusca colore e brillantezza: il solfuro d’argento. È possibile ridare splendore all’argenteria di casa? Ecco come lucidare l’argento con metodi efficaci fai da te.

Come lucidare l’argento, prodotti naturali
Per la pulizia dell’argenteria è preferibile usare prodotti naturali piuttosto che affidarsi a detergenti sintetici, non solo per la nostra salute ma anche per quella dell’argenteria: i detergenti sintetici contengono abrasivi che talvolta sono troppo aggressivi e possono contenere sostanze tossiche difficili da smaltire e altamente dannose per la salute dell’ambiente.

Come lucidare l’argento, la procedura
Ecco come lucidare l’argenteria con il bicarbonato passo per passo:

  1. mettere il bicarbonato su una pezza di lino o di cotone precedentemente inumidita con acqua
  2. strofinare delicatamente sulla superficie dell’oggetto
  3. sciacquare e asciugare con un panno morbido o con carta assorbente: in questo modo l’argenteria manterrà più a lungo la sua brillantezza rispetto ai prodotti chimici.
  • Come lucidare l’argento, i gioielli

Per ridare lucentezza ai gioielli in argento ecco la procedura passo per passo:

  1. rivestire un recipiente con un foglio di carta d’alluminio: in alternativa si possono utilizzare lastre quicksilver
  2. riempire il contenitore con acqua calda, qualche cucchiaio di bicarbonato e di sale da cucina: la dose è indicativamente di un cucchiaio ogni litro d’acqua
  3. immergere gli oggetti da pulire in questa soluzione e lasciare per circa un’ora
  4. sciacquare e asciugare con un panno morbido o con carta assorbente.

L’efficacia di questo metodo dipende dalla reazione elettrochimica che si verifica tra l’alluminio e i Sali.

Controindicazioni: per l’argenteria antichizzata potrebbe non essere adatta questa procedura in quanto cancellerebbe le ombrature tipiche che caratterizzano l’oggetto. In tal caso è preferibile fare una prova su una parte nascosta dell’oggetto per verificare il risultato prima di procedere.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.