Senza categoria

Come innaffiare un bonsai

Innaffiare un bonsai in maniera corretta è fondamentale per la corretta crescita dell’albero.
Non c’è il manuale perfetto per annaffiare i nostri Bonsai: molti fattori, come per esempio, l’ acqua, il terreno, il clima, influenzano questa operazione. In genere bisogna procedere con l’annaffiatura quando il terreno risulta asciutto al tatto. Ma vediamo nei dettagli come innaffiare un bonsai.

Come innaffiare un bonsai, l’acqua
Che tipo di acqua fornisci al tuo bonsai? L’acqua può spesso essere calcarea quindi non adatta sulle foglie del bonsai: possono soffrire di asfissia e mostrare evidenti i segni del calcare.
I fabbisogni idrici variano da pianta a pianta e a seconda del drenaggio. Come regola generale è sempre bene non esagerare mai nelle innaffiature, onde evitare di provocare la fine del nostro bonsai per sempre. Un buon metodo per capire quando la pianta ha bisogno di acqua è verificare che il terreno in superficie sia leggermente umido, in caso contrario la pianta ha bisogno di acqua.

Come innaffiare un bonsai, quanta acqua
E’ fondamentale capire di quanta acqua necessitano i bonsai: bisogna innaffiare in modo costante e assicurarsi che tutto il terriccio s’impregni d’acqua.
Indicazioni utili: se viene troppo innaffiata diventa più difficile da recuperare rispetto a una pianta annaffiata poco. La pianta troppo innaffiata presenta le foglie di verde chiaro e le punte nere.
Una pianta poco annaffiata presenta una scarsa crescita, alcuni rami seccano e le punte delle foglie si seccano.

Come innaffiare un bonsai, quando innaffiare
E’ preferibile innaffiare di sera, le radici avranno tutta la notte per assorbire l’acqua e i nutrienti: di giorno il calore del sole farebbe evaporare l’acqua in poco tempo e il terreno potrebbe seccarsi senza che le radici abbiano assorbito quello di cui hanno bisogno.
D’inverno è preferibile innaffiarle di mattina: se viene fatta di sera si rischia il congelamento delle radici per le gelate notturne

Come innaffiare un bonsai, la nebulizzazione
Per una buona gestione dell’albero in estate, è preferibile nebulizzare la chioma la mattina presto e innaffiare la sera. Da evitare la nebulizzazione quando il Bonsai si trova al sole, le foglie potrebbero bruciarsi per l’effetto lente delle goccioline d’acqua.

Come innaffiare un bonsai, la procedura
Per innaffiare il Bonsai nel modo corretto bisogna farlo dall’alto con un annaffiatoio classico e lasciare scivolare dolcemente l’acqua sul tronco per evitare buchi nel terriccio facendo bene attenzione che tutta la terra si bagni omogeneamente.
Ma è possibile innaffiare il bonsai per immersione, basta procurarsi un recipiente, metterci dentro il bonsai, riempirlo d’acqua fino a circa un centimetro sotto il livello del vaso e lasciarlo immerso per circa trenta minuti. Questa procedura può essere fatta nella vasca da bagno se si possiedono più bonsai.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.