Come fiorire un balcone

In questo articolo vedremo come fiorire un balcone, quale strategie bisogna adottare e quali piante scegliere. Se decidete di allestire un balcone fiorito dovrete essere consapevoli che le piante sono organismi viventi bisognosi di cura, premesso ciò, cerchiamo di capire in dettaglio come fiorire un balcone.

Considerazioni iniziali: esigenze e piante da scegliere
Il vostro balcone è in pieno sole o in ombra?
I balconi esposti a nord-est hanno meno luce, al contrario, quelli esposti a sud-ovest possono godere di ottima esposizione solare. In base a questa considerazione scegliete piante adatta. Per i balconi all’ombra vi serviranno piante da fiore come il mughetto, l’astilbe, la rosa di Natale bianca, la fritillaria meleagris o i tulipani Ice Cream. Per i balconi in pieno sole dovete scegliere piante da fiore più resistenti alla sicittà e al caldo, è il caso della portulaca, dei narcisi, dei papaveri, dei crochi a grandi fiori, garofani, zinnia, l’astro estivo, gerani, giacinti…

Se il vostro balcone è spazioso, considerate l’idea di posizionare, in un angolo, una piccola palma. In ogni caso, se intendete inserire un gran numero di fioriere controllate la capacità di carico del vostro balcone: quanto peso può sopportare? In più, se lo spazio è tanto, probabilmente avrete bisogno di un sistema di irrigazione a goccia, di un tubo d’acqua o di una bacchetta d’irrigazione a portata di mano. E’ faticoso irrigare molte piante con il classico annaffiatoio.

Quanto spesso vanno irrigate le piante in balcone?
Dipende dalla pianta, dall’esposizione e dal piano! Più in alto è posizionato il balcone e prima si seccherà il terreno. Il terreno delle piante non deve mai essere del tutto secco. Un occhio attento riuscirà a capire quando le piante hanno bisogno di essere irrigate.

Per avere un balcone fiorito sarà necessario allestire contenitori ad hoc. Scegliete vasi, fioriere o contenitori che possano assicurare un ottimo drenaggio. Non scegliete vasi in terracotta perché troppo pesanti, piuttosto optate per materiali sintetici e leggeri. I legno può essere un buon materiale ma la plastica è alla moda e anche più a buon mercato. Ricordate di prendere dei sottovasi.

Fioriere o contenitori di grandi dimensioni possono essere molto belli ma… se avete bisogno di spostarli sarà faticoso! Con tutto quel terriccio che conterranno… è per questo che i vasi e le fioriere di grandi dimensioni devono essere poste su un carrello mobile, magari una piattaforma con delle ruote da poter portare all’interno in inverno.

Una soluzione piuttosto innovativa è l’allestimento di un giardino verticale, questo potrà occupare parte della parete di un balcone. Esistono apposite fioriere oppure potete organizzarne una con barattoli o un vecchio pallet organizzato in cassette. Considerate l’acquisto di un vaso pensile.

Alcune regole generali
Mettete le piante di grandi dimensioni a terra, le piante più piccole dovranno andare in alto o ancorate alla ringhiera.
Controllate la chiusura delle finestre e delle porte prima di aggiungere una qualsiasi piante.
Assicuratevi che le piante siano disposte in modo sicuro soprattutto se ci sono bambini in casa.
Mettete più piante nella stessa fioriera, le semine di gruppo vanno bene a patto che i contenitori non risultino affollati.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.