Senza categoria

Come fare gli omogeneizzati in casa

Dopo lo svezzamento del proprio bambino bisognerà nutrirlo con gli omogeneizzati. In commercio ne troviamo tanti…..ma la qualità chi ce la garantisce? A questo punto direi che è il caso di nutrire il proprio bambino con gli omogeneizzati fatti in casa. Se non conoscete la procedura basta leggere la guida che vi illustrerà come fare gli omogeneizzati in casa.

Come fare gli omogeneizzati in casa, l’occorrente
Carne, pesce o frutta da omogeneizzare
Un cestello, o una pentola, per la cottura a vapore
Un omogeneizzatore (o un frullatore):
Uno, o più, vasetti per la conservazione

Come fare gli omogeneizzati in casa, la procedura

  1. Cuocere a vapore la carne o il pesce a vapore, preferibilmente e pezzetti per ridurre tempi di cottura
  2. A cottura ultimata, versare l’alimento in questione nell’omogeinizzatore con un po’ di acqua di cottura, facendolo andare finché nondiventa una cremina densa e morbida: se si tratta di più pezzi di carne è preferibile ripetere l’operazione per non frullare troppa carne insieme, meglio un po’ alla volta

Per quanto riguarda, invece, la frutta è sufficiente frullarla fresca, o grattugiarla. Per evitare che si annerisca a causa del fenomeno dell’ossidazione basterà aggiungere al frullato qualche goccia di limone. Mele e pere sono senza dubbio i frutti più gettonati per l’omogeneizzato fatto in casa.

Come fare gli omogeneizzati in casa, la conservazione
È possibile conservare gli omogeneizzati appena fatti nel congelatore, preferibilmente, in contenitori di vetro a chiusura ermetica. Una volta scongelato il vasetto, basterà stemperare l’omogeneizzato nel brodo vegetale o nella pastina e sarà pronto da gustare. Gli omogeneizzati si congelano dopo essere stati raffreddati direttamente nel frigorifero e si conservano circa sei mesi.
Indicazioni utili: prima di procedere è bene chiedere consiglio al vostro pediatra di fiducia che saprà indicarvi il tipo di carne, o pesce, via via più adatto.

Con gli omogeneizzati fatti in casa si ha il vantaggio di conoscere la provenienza degli alimenti…..e di questi tempi non è poco! Inoltre il sapore dei cibi è più riconoscibile, cosa che vi sarà utile quando comincerete a dare da mangiare cibi più solidi ai bambini e quindi faranno meno fatica ad abituarsi.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.