Senza categoria

Come deumidificare l’ambiente

Hai mai notato quelle odiose macchie verdognole che si possono scorgere sulle pareti e agli angoli delle stanze? Un alto tasso di umidità comporta inevitabilmente la formazione di queste macchie. Ma oltre a rovinare pareti e arredamento, l’umidità è pericolosa per la salute: può causare allergie e può influire in modo negativo sull’apparato respiratorio. Per ovviare al problema bisogna deumidificare l’ambiente con un deumidificatore o un climatizzatore con la funzione “deumidificatore”. In alternativa ci sono alcune strategie valide che possono deumidificare l’ambiente senza ricorrere al deumidificatore.

Come deumidificare l’ambiente, il deumidificatore
Il deumidificatore è un apparecchio che, posto in un determinato ambiente, assorbe l’umidità in eccesso presente nell’aria. Inserire un deumidificatore all’interno di un ambiente non significa alterare le condizioni termiche già esistenti, ma solo assorbire e eliminare la quantità di umidità in eccesso.

Come deumidificare un ambiente senza deumidificatore
Ecco alcune strategie per non ricorrere all’uso dell’apparecchio elettrico:

  • tinteggia le pareti con pitture a calce, che evitano il proliferare delle spore: l’umidità è maggiormente predisposta nelle pitture viniliche convenzionali
  • fai riciclare l’aria aprendo porte e finestre: bastano anche 10 minuti, l’importante è farlo tutti i giorni
  • utilizza un ventilatore da soffitto: le ventole, girando, attireranno l’aria secca all’interno della casa diminuendo il grado di umidità
  • riduci il tempo che passi sotto la doccia o nella vasca da bagno: anche in questo caso è necessario far areggiare l’ambiente almeno per 10 minuti
  • aziona una ventola mentre stai facendo il bagno o la doccia: le ventole porteranno l’umidità all’esterno della casa.
  • quando piove non far accumulare l’acqua piovana lungo il perimetro della casa: se è il caso fai delle modifiche alla grondaia
  • evita di tenere tante piante in casa
  • asciuga la biancheria all’esterno della casa evitando di mettere lo stendino in casa: i panni asciugandosi sprigioneranno vapore che intensificherà il grado di umidità nell’ambiente
  • monta cappe di aspirazione per le cucine
  • evita armadi a muro troppo ingombranti.

Come deumidificare l’ambiente, il deumidificatore fai da te
È possibile costruire un deumidificatore fai-da-te quasi a zero costo, con il sale grosso. Il sale infatti è perfettamente in grado di assorbire l’umidità presente negli ambienti domestici.
Ecco come costruire il deumiidificatore con una bottiglia di plastica:

  • prendi una bottiglia d’acqua vuota e asciugala con cura
  • tagliala in due, con la parte del fondo che risulti più “lunga” dell’altra
  • lascia il tappo e pratica dei piccoli fori con il trapano
  • metti la parte di sopra della bottiglia al rovescio come se fosse un imbuto e fissala con una spillatrice
  • versa il sale grosso e copri con un po’ di stoffa velata
  • posiziona in frigorifero per 10 ore

Ora puoi posizionare il deumidificatore appena costruito dove preferisci: noterai che man mano che il sale si scioglie si riempire il fondo della bottiglia. Finito il sale ne dovrai costruire un’altro e visto che le bottiglie di plastica non scarseggiano dovrai investire solo in manod’opera.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.