Senza categoria

Come delimitare un orto

Delimitare gli spazi, oltre a portare ordine nell’orto può essere una buona strategia per proteggere le piante da infestazioni e malattie oltre a rappresentare un’ottima occasione per aumentare la biodiversità nell’orto. Se volete limitarvi a delimitare il perimetro dell’orto, potete sfruttare le strategie proposte con l’articolo “Come delimitare il prato” mentre se cercate soluzioni per fare ordine tra le varie aiuole dell’orto, leggete quanto segue!

In “come delimitare il prato” abbiamo visto diversi sistemi:

  • bordatura con rocce, mattoni, piante basse, lampioncini…
  • sistemi delimitanti artificiali
  • cerchi di legno
  • legname da ardere disposto in file parallele

Oggi vedremo come delimitare un orto con divisori, recinti, graticci o barriere vive. Dei recinti possono essere ottimi sistemi per delimitare un orto, non parliamo di recinti fissi, quando si tratta di delimitare un orto o delineare delle aiuole, bisogna pensare a sistemi dinamici che possano cambiare di stagione in stagione così come variano le nostre coltivazioni. Un recinto può essere costruito con rami a intreccio libero, tale recinto si ottiene disponendo i rami seguendo le disposizioni morfologica dei rami. I rami andranno disposti in cumuli stabili, impilati l’uno sull’altro per delimitare delle aree. L’unico neo di questa soluzione è che richiede manutenzione: se i rami non sono disposti in modo stabile possono andare giù con il vento. L’effetto dovrebbe essere di “delineatori casuali” ma un buon ortista dovrà scegliere le posizioni ottimali.

Un sistema di recinzione per l’orto è costituito da graticci con rami intrecciati, si parla di una soluzione molto elegante tanto che i recinti in questione si trovano in commercio belli e pronti da essere installati. Chi vuole realizzarli da sé avrà bisogno di legno di salice o nocciolo e per l’intreccio, il materiale ideale è proprio il salice. In commercio si trovano elementi divisori in vimini o materiali simili. E’ sconsigliato l’utilizzo di materiali sintetici perché l’orto dovrebbe essere un’isola naturale mentre elementi artificiali scoraggerebbero l’arrivo di bombi, api, farfalle e altri insetti utili alla vita dell’orto, per non parlare degli uccelli…

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.