Senza categoria

Come curare l’orzaiolo

Garden-trends-for-2013

L’orzaiolo è un’infezione batterica molto fastidiosa caratterizzata da dolore, bruciore e arrossamento della palpebra. Le cause possono essere diverse tra cui una congiuntivite non curata o il contatto agli occhi con dita poco pulite (proprio sulla punta delle dita si depositano gli agenti in grado di scatenare l’infezione) Nell’articolo vi illustreremo come curare l’orzaiolo con metodi farmacologici e naturali.

Come curare l’orzaiolo, attenzione ai primi sintomi
I primi sintomi sono una sensazione di corpo estraneo e di pesantezza nei pressi della palpebra. Con il passare delle ore a questa sensazione si associano prurito, dolore e un arrossamento della palpebra stessa, che si gonfia fino a determinare la comparsa di un brufolo, doloroso al tatto.

Come curare l’orzaiolo, terapia farmacologica
La terapia è costituita da antibiotici da applicare sotto forma di collirio o pomata. L’orzaiolo potrebbe diventare una piccola cisti, chiamata “calazio”. In alcuni casi bisogna intervenire chirurgicamente

Come curare l’orzaiolo, metodi naturali

  • Tra i metodi naturali, molto efficaci sono gli impacchi con l’infuso di curcuma, in vendita nelle erboristerie. Per l’applicazione basta bollire un cucchiaino di curcuma in due tazze di acqua e lasciare su fiamma bassa fino a che il mix di acqua e curcuma si riduca in una sorta di poltiglia, poi spegnere il fuoco. Prendere un canovaccio di cotone, per usarlo come setaccio in modo da filtrare i granuli di curcuma dal liquido. Applicare il liquido come impacco utilizzando garze sterili da appoggiare sulle palpebre.
  • Anche le bustine di tè sono efficaci per la cura dell‘orzaiolo. Per l’applicazione basta metterne una umida sopra gli occhi per 8-10 minuti ripetendo la procedura per più volte al giorno.
  • Per lenire il dolore dovuto dall’orzaiolo i chiodi di garofano sono veri alleati. Anche in questo caso va usato in infusione come impacco caldo sulle palpebre.
  • Altra ricetta per la cura dell’orzaiolo consiste nel bollire in 250 di acqua insieme a due cucchiai di concentrato di foglie di acacia. Poi filtrare il preparato usare come impacco sulle palpebre.

Informazioni importanti: l’orzaiolo è altamente contagioso, pertanto è consigliabile usare asciugamani personali avendo cura di non passarli a nessun’altro membro della famiglia.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.