Senza categoria

Come avere un’abbronzatura uniforme

Le vacanze al mare sono arrivate e ci viene naturale cercare di avere un‘abbronzatura notevole nel minor tempo possibile, con il rischio di ricorrere a macchie antiestetiche e scottature! Per avere un colore dorato uniforme, bisogna procurarsi il solare più indicato per il proprio tipo di pelle. A tal proposito vi illustreremo come avere un’abbronzatura uniforme, seguendo alcune indicazioni utili.

Come avere un’abbronzatura omogenea, l’alimentazione
Per migliorare l’abbronzatura, ci viene in aiuto l’alimentazione: consumare carote qualche giorno prima di andare in spiaggia o in piscina favorisce l‘abbronzatura e diminuisce la possibilità di scottarsi.
Ma oltre alle carote abbiamo tanti altri alimenti nostri alleati per un’ottima abbronzatura. Tra gli alimenti citiamo albicocche, pomodori, zucca gialla, fragole, insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, ciliegie, cocomeri. Non è necessario fare della abbuffate: bastano per esempio soltanto 100 grammi al giorno di carote che hanno un contenuto record di 1200 microgrammi di vitamina A ogni 100 grammi di prodotto.

Come avere un’abbronzatura perfetta, i prodotti
In alternativa alle creme protettive possiamo ricorrere all’olio di avocado, contiene vitamina A, una sostanza che protegge la pelle dai raggi ultravioletti.
Altra sostanza naturale che può regalarci una abbronzatura omogenea è l’olio di monoi rosso: protegge dall’inaridimento e dona alla pelle un colorito particolarmente gradevole.
Perché non ricorrere a un metodo casalingo? Possiamo infatti miscelare olio extravergine di oliva con olio di sesamo e olio di avocado, così da ottenere un prodotto abbronzante con un filtro solare discreto.

Come avere un’abbronzatura uniforme, le indicazioni

  • Molti fanno l’errore di prepararsi alle vacanze ricorrendo ad autoabbronzanti o creme ricche di carotene. Nulla di più sbagliato! Rischiate infatti di avere un’abbronzatura tutt’altro che uniforme.
  • Per avere un risultato perfetto, esponetevi gradualmente al sole, cioè la prima volta non più di 15 minuti e di evitate le ore più calde della giornata.
  • Qualche giorno prima di andare in spiaggia è bene fare una terapia esfoliante alla pelle del corpo e del viso per eliminare le cellule morte e ottenere un tono uniforme.
  • A prescindere dalla carnagione della propria pelle usate creme protettive con fattori a partire dal 15: lo scopo è abbronzarsi, non bruciarsi!
  • Usate sempre il dopodole su tutto il corpo
  • Mettetevi il protettore solare circa 20 minuti prima di cominciare a prendere il sole, in modo che la pelle abbia il tempo per assorbire il prodotto per essere pronta al momento di andare in acqua e sopportare i raggi solari
  • Ricordatevi di differenziare, un prodotto più sensibile per il viso e un altro per il resto del corpo: vi sono parti del corpo che sono inclini a bruciarsi più facilmente, come il naso, le orecchie, il petto o i piedi. In questi punti si richiede un’attenzione maggiore, pertanto abbondate con il prodotto, manteneteli leggermente più riparati o ponetevi il protettore con più frequenza.

Insomma….. non pensate che meno protezione significhi più abbronzatura, spesso con l’eccesso di sole rischiate di spellarvi, creando una abbronzatura a macchie!

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.