Senza categoria

Come appendere i quadri

I quadri sono una componente dell’arredo molto interessante, possono arricchire le pareti e magari nascondere qualche difetto del muro. Ma quando si tratta di appendere un quadro alla parete è sempre un dramma, spesso si presenta storto, oppure ce lo troviamo a terra per colpa di un chiodo piantato male! A tal proposito vi illustreremo come appendere i quadri nel modo giusto.

Come appendere i quadri, i preliminari
Prima di appendere un quadro è bene valutare la collocazione giusta, senza dimenticare che su quell’area di parete non potranno essere posizionati mobili in verticale. Altro aspetto, il quadro si sposa bene con l’arredamento circostante?

Come appendere i quadri, consigli utili

  • Per slanciare la parete in altezza potete disporre i quadri in maniera verticale,
  • Per rendere invece la parete più larga, dovete allineare tutti i quadri in maniera orizzontale.
  • Per dare maggiore stabilità al quadro e allo stesso tempo far circolare aria sul retro, è sufficiente incollare dei piccoli cerchi di sughero dietro la cornice, posizionandoli nei due angoli inferiori.
  • Da dare maggiore visibilità al quadro e salvaguardere il suo benessere è consigliabile disporre il quadro distante da fonti di illuminazione diretta. A tal proposito è bene posizionare il quadro con un’inclinazione tra i 30° e i 60°.
  • In caso di presenza di faretti sul soffitto, è consigliabile mettere i quadri sotto di essi, o in alternativa inclinarli leggermente rispetto alla parete in modo da evitare riflessi di luce.
  • Volendo riempire una parete completamente vuota è consigliabile considerare bene lo spazio a disposizione, allineando i quadri partendo dal lato inferiore e superiore della parete e non dal centro.
  • Se si devono appendere quadri di diverse dimensioni e orientamenti (verticale o orizzontale), una soluzione è quella di usare il più grande come fulcro per gli altri.
  • Non appendete i quadri sopra caminetti e fonti di calore: l’escursione termica accelera l’invecchiamento di un quadro e della sua cornice.

Come appendere i quadri, la procedura
Prima di appendere il quadro, considerate l’altezza corretta che, di solito, è a filo di sguardo (circa 1,6/1,7 metri). Poi procuratevi gli attrezzi: martello, chiodi, ganci, nastro, metro, livella.
Un fattore importante da valutare è il peso del quadro: se il peso va fino ad un paio di chilogrammi, sono sufficienti i chiodi sottili, lunghi circa cm.1,5 e mezzo di lunghezza,da inserire nella parete per una profondità di centimetro. Se si tratta di un peso maggiore, bisogna utilizzare dei tasselli da inserire nel muro: in caso contrario, il peso del quadro non sarebbe sicuramente sopportato dal chiodo, facendolo magari cadere e lasciando u ninutile foro nella parete, con il rischio di rovinare l’intonaco!
Ecco la guida passo per passo:

  1. Calcolate le esatte misure utilizzando un metro
  2. Segnate il punto preciso dove piantare i chiodi con il nastro adesivo
  3. Piantate il chiodo,tenendolo ben fermo con pollice e indice, in posizione obliqua con l’aiuto di un martello di media grandezza
  4. Praticate dei colpi regolari e decisi per non piegarlo
  5. Se dovete piantare dei tasselli, armatevi di trapano, vi servirà per operare un foro con diametro inferiore a quello del tassello: eventualmente sarà poi possibile allargare un po’ il foro con una punta leggermente più grande
  6. Tenete il trapano sempre perpendicolarmente al muro
  7. Appena praticato il foro, ripulitelo dalla polvere e inserite il tassello nel foro
  8. Posizionate la vite e infine appendete il quadro
Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.