Senza categoria

Come aiutare un bipolare

Aiutare una persona alla quale è stato diagnosticato un disturbo bipolare non è un compito facile. Un bipolare ha numerosi conflitti da gestire, in più chi intende aiutare un bipolare deve capire che il disturbo può interferire con il modo in cui il bipolare pensa, cosa significa? Se oggi è ben disposto a ricevere il vostro aiuto, domani potrebbe non esserlo affatto o aver dimenticato quella intenzione.

Molti pazienti affetti da disturbo bipolare imparano a capire il proprio umore così da prevedere l’insorgenza degli episodi maniacali o depressivi. In ogni caso, se siete un familiare o un parente che si sta occupando di una persona affetta da disturbo bipolare, dovete essere pronti a situazioni conflittuali: in alcuni momenti sarete portati a pensare che il vostro amico/parente ha bisogno di rivolgersi a un medico, purtroppo il soggetto non sempre è ben disposto a collaborare, soprattutto in fase maniacale.

Se siete voi che lo conoscete meglio di ogni altro, solo voi potete decidere qual è la cosa migliore da fare. In casi estremi, cercate di far venire il medico a domicilio, una visita a domicilio può essere utile sia al paziente che ai familiari. In ogni caso, per aiutare un bipolare sarà necessario parlarne in anticipo. Ecco alcuni consigli utili su come aiutare un bipolare:

  1. Siate sempre chiari e non mandate messaggi discordanti.
  2. Chiarite in anticipo la vostra posizione e piantificate insieme in che modo agire in caso di episodi maniacali e depressivi
  3. Non siate ambigui. Ricordate alla persona affetta da disturbo bipolare che desiderate solo il meglio per loro.
  4. Chiedete esplicitamente cosa vuole che facciate e soprattutto cosa vuole che evitate di fare. Rispettate le sue scelte.
  5. Occuparsi di una persone bipolare può sottoporre le relazioni con amici e colleghi a un’enorme tensione.
  6. Tranquillizzate il soggetto ricordandogli che il disturbo bipolare non è una colpa.
  7. Accompagnate il soggetto a prendere parte a gruppi di sostengo per il disturbo bipolare, un confronto può essere utile.
  8. Aiutare una prsona affetta da disturbo bipolare non significa solo ascoltare ed essere costanti. Aiutate il soggetto a stabilire e mantenere una routine quotidiana.

Certo il vostro ruolo è fondamentale ma lo è altrettanto quello delle strutture e dei Centri di salute mentale. Nessuno può sostituirsi al parere di uno specialista: psicoterapeuta, psicoanalista, psichiatra…

Fonte: info tratte dal libro in edizione italiana de “La vita a due velocità”

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.