Senza categoria

Come accendere il camino

Che bello stare riuniti in famiglia intorno al camino….. ma bisognerà che qualcuno lo acccenda! Certo non è semplice accendere il camino ma con alcuni suggerimenti potrai fare a meno del saputello di turno.

Come accendere il camino, l’occorrente
Non serve procurarsi tutto ciò che può essere infiammabile bastano solo:

  • 4 ciocchi di abete largo cm 3 e lungo cm 20
  • Legna da ardere
  • Preparato per l’accensione del fuoco (sono in vendita nei negozi che vendono prodotti edili oppure negli hobby store)
  • fiammiferi

Come accendere il camino, il metodo
Per accendere il camino in maniera semplice ed efficace riducendo nel contempo le emissioni di sostanze nocive è necessario che la legna bruci dall’alto verso il basso (come in una candela). In questo caso la combustione procederà più lentamente e in modo più controllato.

Come accendere il camino, la procedura
Posiziona due ciocchi di legno parallelamente con una distanza di 15 cm e gli altri due sopra perpendicolarmente. Al centro disponi il preparato per accendere il fuoco. Accendi il preparato con il fiammifero e appena inizia la fiamma aggiungi piccoli ciocchi o bricchette in modo che la legna cominci subito a bruciare. Aggiungi gradualmente la legna, dopo almeno 5/10 minuti dall’avvio del fuoco. Lo scopo, comunque è quello di creare il più in fretta possibile una fiamma con alte temperature per ridurre al minimo le sostanze inquinanti nei gas combusti.

Come accendere il camino, da evitare
Per l’accensione del camino non possono essere utilizzati Il cartone, il legno da palette monouso o riutilizzabili, le casse, gli imballaggi, mobili e serramenti vecchi, resti di demolizioni: i fumi di questi materiali danneggiano l’impianto e nuocciono alla nostra salute e all’ambiente.
Assolutamente va evitato alcool e benzine per accendere il fuoco, il flusso del liquido potrebbe incendiarsi e raggiungere l’involucro che lo contiene creando gravi ustioni a chi lo tiene in mano.

Come accendere il camino, consigli utili
Prima di accendere il camino controlla che la valvola di regolazione e chiusura del tiraggio posta all’interno della cappa di raccolta dei fumi sia aperta e che la presa d’aria nella stanza sia libera.
Se non hai una presa d’aria è necessario che quanto prima tu ne faccia una: nel frattempo puoi aprire una finestra per pochi centimetri lasciando passare dell’aria.

Tieni sempre vicino i giusti attrezzi da camino, che ti faciliteranno per nella cura del fuoco (attizzatore, paletta, molla, pinze). Disponi un parascintille per evitare che il calore prodotto dal fuoco raggiunga oggetti facilmente infiammabili e gli alari per sostenere la legna più grande e per bloccare i ciocchi che potrebbero rotolare in avanti.
Prima dell’utilizzo, deposita la legna da ardere per almeno un giorno in un locale riscaldato. La legna fredda brucia male. E ricorda che la pulizia regolare da parte di uno spazzacamino riduce le emissioni di polveri fini.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.