Carla Bruni: “La mia vita sessuale con Nicolas Sarkozy”

Carla Bruni

Diciamocelo, l’ex Presidente della Repubblica francese Nicolas Sarkozy non è esattamente quel che si dice un adone. Affascinante si, ma quanto a bellezza sicuramente in svantaggio rispetto alla splendida moglie Carla Bruni che però in un’intervista per il sito “Refinery 29” ha dichiarato di essere ancora profondamente attratta da lui.

Carla Bruni: “La mia vita sessuale con Nicolas Sarkozy”

Nicolas-Sarkozy-Carla-Bruni2Intervistata dal sito “Refinery 29” per promuovere il suo nuovo album “French Touch”, l’ex first lady francese Carla Bruni si è lasciata sfuggire qualche particolare piccante sulla vita sessuale con suo marito Nicolas Sarkozy che dopo tanti anni di matrimonio e la maternità sembra essere più appagante che mai:

Sì, sono ancora attratta dal mio uomo e immagino che lui sia sempre attratto da me, dopo questi dieci anni. In un matrimonio bisogna provare sia desiderio sia amicizia per il proprio partner. Quando vivevamo nello splendido Eliseo cercavo di cenare con lui ogni volta che la sua agenda glielo permettesse. Facciamo ancora del sesso fantastico. Cerco sempre di mantenere un po’ di mistero. Penso anche che bisogna essere molto attratti dalla persona che si sceglie. Quando l’attrazione svanisce e il mistero scompare, è qui che cominci a voler tradire e mentire… ed è l’inizio della fine.

Carla Bruni ha dichiarato come il matrimonio e soprattutto la maternità la abbiano allontanata dalla vita egoista che conduceva prima e di come ora si senta felice e appagata nel suo matrimonio. I due si sono sposati nel 2008, un anno dopo la vittoria alle presidenziali francesi e hanno una figlia, Giulia, di sei anni. Quanto allo status di First Lady, confessa che non le manca affatto:

Al tempo mi preoccupavo troppo per mio marito, avevo paura che avrebbero cercato di ucciderlo, ma per noi è stato un onore incredibile. Ho potuto aiutare tante persone durante il periodo all’Eliseo. Non mi manca quella fase della mia vita, ma amo i ricordi che mi ha lasciato.

Carla Bruni e la politica

Carla Bruni ha poi spostato il tono dell’intervista sulla politica, dichiarando di essere una femminista convinta e di ammirare molto le attiviste negli Usa:

Sono femminista, ma non lo porto scritto su una t-shirt. Negli anni ’70, decennio in cui sono cresciuta, l’onda femminista era molto grande. Si combatteva per il diritto di prendere la pillola e soprattutto per il diritto di gestire il proprio corpo. Tuttavia nel corso degli anni i nostri diritti sono quasi scomparsi. Negli Usa è diverso, le donne hanno ancora il potere di ispirare le persone. Basta guardare la marcia organizzata lo scorso 21 gennaio 2017 quando diverse centinaia di migliaia di donne sono sbarcate a Washington per protestare contro l’investitura di Trump. Oggi è ancora più importante combattere e essere radicali.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.