Salute

Il caldo dell’estate 2017 ha reso la frutta dolcissima

vcs_luglio_consigli_frutta

Il caldo torrido di questa estate 2017 non ha provocato solo scontento e tragiche conseguenze come gli incendi. Sembra infatti che le temperature elevate abbiano da una parte decimato le produzioni dei campi ma dall’altra le abbiano migliorate in qualità rendendo il grano super proteico e la frutta dolcissima. Lo afferma il dossier sull’impatto dell’eccezionale situazione climatica sull’agricoltura, presentato all’Assemblea nazionale della Coldiretti.

Il caldo dell’estate 2017 ha reso la frutta dolcissima

macedonia

La frutta estiva come pesche, meloni e angurie ha avuto un elevato grado zuccherino e di sostanze antiossidanti grazie al caldo che ha anche impedito il propagarsi di malattie non essendosi verificate gelate e grandine. Quanto al grano, sta mostrando incredibili contenuti proteici e l’uva da tavola sembra essere buona come non mai.

La Coldiretti ha spiegato questo fenomeno con il fatto che il caldo innesca nei vegetali un meccanismo di difesa che porta alla perdita di acqua per traspirazione il che porta ad un aumento dei succhi organici e del tenore zuccherino. Il raccolti saranno quindi minori in quantità ma migliori in qualità e non si svilupperanno le patologie fungine pericolose per la salute che vengono invece uccise dalle alte temperature.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.