Aumento del bollo auto in arrivo per i veicoli inquinanti

Aumento del bollo auto in arrivo per i veicoli inquinanti

Il bollo auto è una delle tasse meno amate dagli italiani. Ogni anno chi possiede una o più automobili deve versare un contributo che varia in base alla tipologia del mezzo posseduto. Con l’approvazione del nuovo piano di strategia energetica nazionale il bollo subirà dei cambiamenti in termini di prezzo che colpiranno i possessori di veicoli inquinanti in base all’anno di immatricolazione dell’auto.

Scopriamo assieme quale sarà l’aumento del bollo auto in arrivo e a chi si rivolgerà.

Aumento del bollo auto in arrivo per i veicoli inquinanti

Come dichiarato dal Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, la tassa del bollo auto subirà un aumento consistente per tutti i veicoli appartenenti alla categoria Euro 3. Nello specifico si tratta di tutti i veicoli considerati inquinanti in base all’anno di immatricolazione, a seguito dell’approvazione del nuovo piano di strategia energetica nazionale, infatti il governo vuole incentivare l’utilizzo di autoveicoli a basso impatto ambientale.

Per tale motivo, per la prima volta il costo del bollo verrà calcolato in base al tasso di inquinamento del veicolo e non più secondo la potenza del motore dello stesso.

Purtroppo a tali dichiarazioni hanno fatto presto seguito quelle nelle quali il Ministro ha escluso la possibilità di erogare aiuti statali per l’acquisto di auto nuove e meno inquinanti, per questo al momento l’unica alternativa possibile sembrerebbe quella di vendere la propria auto, qualora rientrasse nella categoria Euro 3, e acquistarne una nuova, se non si vuole pagare la nuova tassa del bollo auto.

Il bollo auto deve sempre essere pagato?

Di fronte a un aumento consistente di una tassa come questo previsto per il bollo auto, molti consumatori si chiedono se sia sempre necessario pagarla. La risposta a questa domanda è ovviamente si!

Le uniche eccezioni riguardano i possessori di auto elettriche ed ibride che per i primi cinque anni dall’anno dell’immatricolazione saranno momentaneamente esonerati dal pagamento della tassa e che successivamente potranno richiedere uno sconto.

Solo gli invalidi o gli accompagnatori di portatori di handicap potranno chiedere l’esonero dal pagamento della tassa.

In ogni caso, vi consigliamo di recarvi presso l’ufficio ACI di competenza per chiedere informazioni in merito all’aumento del bollo auto in arrivo, questo perché potranno esserci dei cambiamento del regolamento nelle varie regioni.

Cosa avviene se non pago il bollo auto?

Pagare il bollo è un dovere per ogni cittadino che possente un veicolo, il mancato pagamento della tassa può far incorrere in spiacevoli conseguenze.

Infatti, secondo la Legge di Stabilità, tutti gli automobilisti che non sono in regola con il pagamento del bollo auto non possono effettuare la revisione del veicolo e di conseguenza non potranno essere abilitati a circolare sino alla regolarizzazione della documentazione.

Per scongiurare il fenomeno dell’evasione, gli uffici del dipartimento dei trasporti controlleranno periodicamente l’avvenuto pagamento della tassa di proprietà dell’auto e il libretto di circolazione.

L’evasione del bollo auto: il caso del Piemonte

Purtroppo ad oggi non sono pochi gli automobilisti che hanno evaso la tassa del bollo auto. Questo è quanto emerge dai dati forniti dalla Soris, l’Istituto di Recupero Crediti del Piemonte, che ha avviato una ricerca al riguardo. Solo nella regione Piemonte i bolli non pagati fino all’anno 2014 sarebbero circa 880 mila; cifra in aumento per il 2017 con la previsione di invio di 330 mila ingiunzioni di pagamento agli automobilisti per un valore di 200 milioni di euro!

La situazione non cambia di molto nelle altre regioni italiane in cui circa l’8-9% dei proprietari omette il pagamento della tassa di proprietà, continuando a guidare l’auto di proprietà nonostante l’evasione del bollo auto e accumulando così debiti con l’erario che aumentano di anno in anno.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.