Asia Argento e altre vip denunciano le molestie del produttore Weinstein

asia argento

E’ una vicenda terribile per Hollywood, quella che sta emergendo in questi giorni. Il produttore Harvey Wenstein è stato accusato da molte star di molestie e in alcuni casi abusi sessuali dietro il ricatto di non lavorare più. Tra queste ci sono Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie e l’italiana Asia Argento.

Asia Argento e altre vip denunciano le molestie del produttore Weinstein

asia argento

Ad Hollywood è scoppiato uno scandalo dopo che vip del calibro di Asia Argento, Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie hanno denunciato le molestie di Harvey Weinstein, il produttore contro cui è stata aperta l’inchiesta del New York Times e che ha ammesso le molestie e chiesto scusa alle donne coinvolte. Il New Yorker ha riportato la testimonianza di vip del calibro di Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie ma anche dell’italiana Asia Argento che, in particolare, ha accusato il produttore di una vera e propria violenza sessuale che si è trascinata negli anni. La sua vicenda risale all’epoca del film B. Monkey – Una donna da salvare, uscito negli Usa nel 1999 quando Asia aveva 21 anni. Ha raccontato:

All’epoca, era il 1997, avevo solo 21 anni e ero stata invitata da uno dei produttori della Miramax a un party sulla Costa Azzurra, all’hotel Cap Eden Roc. Durante la serata Weinstein mi aveva accolta e portata al piano di sopra, ma non c’era in realtà nessuna festa, solo una stanza d’albergo vuota. Io ho chiesto al produttore che mi aveva accompagnata dove era la festa. E lui ha risposto: «Siamo arrivati troppo presto..» e poi mi ha lasciato sola con lui. All’inizio mi ha riempita di complimenti per la mia interpretazione. Poi è andato in bagno e è ritornato con addosso solo una vestaglia e con una bottiglia di crema per il corpo in mano. Mi ha chiesto di fargli un massaggio e poi mi ha costretta a aprire le gambe e a subire un rapporto orale, nonostante gli avessi detto più volte detto di non farlo. Ero terrorizzata, lui era grande e grosso. Non si sarebbe fermato davanti a un no. È stato un vero incubo.

L’attrice ha raccontato poi che il non aver reagito e la paura che potesse influire negativamente sulla sua carriera appena agli inizi l’ha spinta a non denunciarlo e a non reagire alla violenza ma che oggi se ne vergogna:

Il fatto di non averlo respinto fisicamente mi ha fatto sentire responsabile. Se fossi stata una donna forte mi sarei ribellata, gli avrei tirato un calcio e sarei scappata via. Ma non l’ho fatto. Per questo mi senti colpevole.

Le molestie subite da Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie

gwyneth-paltrow-brad-pittAsia Argento non è stata l’unica attrice ad aver subito le molestie di Weinstein. Gwyneth Paltrow ha raccontato di essere stata importunata a 22 anni, nel corso delle riprese dell’adattamento del libro di Jane Austen Emma. Le modalità sono le stesse che si sono verificate con l’Argento: un invito a salire in camera, la proposta di un massaggio e le mani addosso. Lei rifiutò le avances e si confidò con Brad Pitt, all’epoca era il suo fidanzato, ma le fu intimato il silenzio dietro la minaccia di non lavorare più.

Stesso dramma anche per Angelina Jolie che ha raccontato al New York Times che Weinstein le fece delle avances in un albergo nel 1998:

Ho avuto una brutta esperienza con Harvey Weinstein in gioventù e, come risultato, ho scelto di non lavorare più con lui, mettendo in guardia le altre quando lo facevano. Questo comportamento verso le donne in qualsiasi campo, in qualsiasi Paese è inaccettabile.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà visibile.